la regione emilia romagna cresce nei poli aeroportuali


BOLOGNA 21 FEBBRAIO La Regione Emilia-Romagna sarà autorizzata ad acquisire le partecipazioni di una nuova e unica società aeroportuale – una Spa – che gestirà le partecipazioni di Seaf-Forlì e Aeradria-Rimini. E’ quanto prevede il progetto di legge di iniziativa della giunta regionale su “Misure straordinarie a sostegno del sistema aeroportuale regionale”. L’importo massimo per cui la Regione sarà autorizzata a partecipare è di 3 milioni di euro.“La partecipazione della Regione – ha sottolineato l’assessore alla Mobilità e Trasporti Alfredo Peri – ha come obiettivo quello di valorizzare le vocazioni dei diversi territori, ‘specializzando’ ciascun aeroporto su determinati segmenti di mercato. Al tempo stesso, vogliamo innalzare e integrare le competenze professionali e organizzative delle società, creando un soggetto imprenditoriale in grado di effettuare un’efficace politica commerciale nei confronti dei vettori aerei e aumentando le opportunità di trasporto per le diverse tipologie di utenti”.Il progetto di legge prevede che, alla formazione dell’atto costitutivo, dello statuto e degli eventuali patti parasociali della nuova società concorrano, ciascuno nell’ambito della propria autonomia decisionale, i soci di Seaf-Forlì e Aeradria-Rimini, che adotteranno anche le misure transitorie per garantire la funzionalità delle società aeroportuali.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet