bSF CONFERMA : PONTECCHIO MARCONI E L’ITALIA SONO “IMPORTANTI”


PONTECCHIO MARCONI 20 MAGGIO Il Gruppo BASF in Italia raggiunge un fatturato pari a 2.812 milioni di Euro (+ 28% sul 2009). Grazie a questi risultati, il nostro Paeserappresenta per BASF il 5° mercato a livello mondiale.Il positivo andamento del Gruppo BASF in Italia nel primo trimestre del 2011 (+ 30% il fatturato del settore chimico) conferma la validità delle misure intraprese.“Siamo soddisfatti di questo risultato perché in un mercato che ancora risentedella crisi globale e in cui permangono numerose incertezze, tutti i nostrisegmenti hanno comunque avuto uno sviluppo positivo”. Queste le parolediErwin Rauhe Responsabile per le attività del Gruppo in Italia e nel Sud Europa.Tra le operazioni organizzative e strutturali messe in atto dal Gruppo BASF in Italia che hanno contribuito al raggiungimento del brillante risultato nel 2010, vi è la fusione perincorporazione della Ciba Spa che ha riguardato il sito di Pontecchio Marconi, inprovincia di Bologna.Oggi il sito industriale BASF di Pontecchio Marconi è uno dei più importantiinsediamenti produttivi in Italia e rappresenta una realtà industriale competitivaed efficiente nell’ambito dello scenario economico regionale emiliano-romagnolo.Con circa 300 dipendenti, una organizzazione con un’età media bassa anche alivello manageriale e una produzione di 25’000 tonnellate/anno, lo stabilimento emiliano è specializzato nella produzione di additivi destinati soprattutto almondo della plastica e alle sue diverse applicazioni: l’industria dell’automobile, gliimballaggi, l’agricoltura.Nell’ambito delle celebrazioni dell’Anno Internazionale della Chimica -manifestazione proclamata dall’ONU per il 2011 – BASF promuove, in qualità disponsor globale, una serie di attività nazionali ed internazionali checoinvolgeranno anche il sito industriale di Pontecchio Marconi. Nello specifico,l’iniziativa Fabbriche Aperte – in collaborazione con Federchimica – che si terrà il19 giugno 2011 e sarà l’occasione per far conoscere al territorio, a partire daidipendenti e dalle famiglie, lo stabilimento industriale .

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet