INAUGURATA LA “LEAN FACTORY SCHOOL” DI BONFIGLIOLI CONSULTING


BOLOGNA 20 APRILE Bologna 20 aprile 2012 – “Ecco la scuola taglia sprechi per migliorare la competitività delle imprese”. E’ questo il messaggio che parte da Bologna dove per il taglio del nastro inaugurale della “Lean Factory School“ creata da Bonfiglioli Consulting si sono riuniti imprenditori e amministratori pubblici.“Imparare facendo“, anche per i manager e per gli imprenditori, infatti può essere un punto di partenza se l’obiettivo è il miglioramento della competitività dell’azienda applicando le metodologie gestionali Lean e quelle orientate al world class manufacturing.“ Siamo soddisfatti dei primi riscontri operativi che la Lean Factory School ha ottenuto in questi mesi, fin dall’avvio – ha detto Michele Bonfiglioli (amministratore delegato di Bonfiglioli Consulting) – cogliamo con chiarezza nel nostro sistema industriale una forte capacità di reazione alla crisi puntando su nuovi livelli di eccellenza nelle operation, sull’innovazione e sulla sostenibilità a 360°”La scuola del “pensiero snello” è di fatto un segnale “anticrisi”. “Imprese sane e competitive – ha detto l’assessore provinciale alle attività produttive Graziano Prantoni – sono il punto di partenza per puntare alla ripresa. Abbiamo avviato molte collaborazioni e molti progetti con le imprese per investire nell’innovazione e nella sostenibilità. Un’esperienza come quella della Lean Factory School è certamente un valore aggiunto per il nostro territorio e auspichiamo collaborazioni su temi strategici per una Provincia come Bologna che conta 98mila aziende attive”.Una soluzione per le imprese ma non solo per le imprese: “Il lean Thinking che abbiamo visto “sul campo” dispiegare i suoi effetti positivi – ha aggiunto il vice sindaco di Crespellano Fabio Federici – è una soluzione di grande interesse anche per la Pubblica Amministrazione chiamata ogni giorno a nuove sfide. Noi che stiamo unendo diversi comuni per dare un segnale concreto possiamo “pensare snello” quindi non solo nelle aziende ma anche nelle Pubbliche Amministrazioni investimenti in formazione come quelli che la Lean Factory School propone sono importanti”.Il valore della Lean Factory School per il sistema produttivo è stato ribadito da Tiziana Ferrari, direttore di Unindustria Bologna: “Questa scuola è un investimento importante perché posiziona Bologna e l’Emilia Romagna tra le aree più innovative del Paese e al passo con le sfide globali anche dal punto di vista della formazione avanzata”. All’evento inaugurale hanno partecipato Giorgio Mercalli (direttore generale di Tellure Rota) e Alberto Colliva (amministratore delegato della Calzoni).“Il lean funziona in tutte le aree aziendali e garantisce risultati concreti – ha detto Giorgio Mercalli – ma si tratta di un vero cambiamento culturale quindi non credo al “lean fai da te”. E’ necessario il supporto di consulenti capaci di aiutare il team aziendale a superare le difficoltà, che ci sono, per arrivare in fretta a risultati concreti anche in ricerca e sviluppo”.Nel corso dell’inaugurazione il focus era naturalmente sulle simulazioni delle linee produttive ricreata nella Lean Factory School e su “corner innovazione” dove vengono affrontate le tematiche più legate alla ricerca e sviluppo. “Si impara la ‘disciplina dell’ingegneria- ha detto Alberto Colliva- ma i risultati sono davvero molto significativi”.Oltre a Tellure Rota anche Fomir collabora alla vita della Lean Factory School. Entrambe le società sono partner della Lean Factory School e altre collaborazioni sono in fase di definizione.In tempi di crisi la Lean Factory School è quindi un segnale di fiducia nelle potenzialità del made in Italy.“Per una società di consulenza come la nostra, attiva da quasi 40 anni, si tratta di un investimento molto significativo – commenta Michele Bonfiglioli – vogliamo dare alle imprese la certezza che il piano di sviluppo lanciato nel 2011 con l’Operational Excellence Summit e con l’Operational Excellence ‘sul campo’ continua senza rallentamenti perché è in questo momento che tutti devono investire per migliorare la competitività, valorizzando le risorse umane aziendali e partendo da costi decisamente contenuti”.Il programma didattico della Lean Factory School è articolato su vari livelli (base e avanzato) e il coordinamento è affidato a Lorenzo Moi: “è un’alternanza continua tra momenti di formazione teorica, che occuperanno circa un 20% del tempo totale, e troveranno nella successiva applicazione pratica, un completamento fondamentale. Cerchiamo di sviluppare lo spirito di gruppo e la conoscenza reale dei problemi che si incontrano sulle linee di montaggio. Ogni lezione sarà basata su esercitazioni concrete che riprodurranno problematiche e situazioni che ritroviamo nelle varie realtà aziendali”. La sede della Lean Factory School è a Crespellano, ma sono previste Lean Factory School itineranti nelle aree più industrializzate del Paese partendo dal NordEst e dal NordOvest..L’house organ Impresa & ImpreseDa quasi 10 anni Bonfiglioli Consulting raccoglie nella rivista aziendale “Impresa & Imprese” notizie, case history e analisi rivolte a manager e imprenditori. E’ un canale di comunicazione diretto che è fruibile anche on line dal sito internet www.bcsoa.it . Dal 2012 l’house organ “Impresa & Imprese” si presenta con una nuova veste grafica e con nuovi contenuti che si legano alle attività di video comunicazione, le video news, che sono disponibili anche nel canale You Tube “leanthinking” con l’obiettivo di rendere sempre fruibili i contenuti delle attività di sviluppo avviate da Bonfiglioli Consulting (eventi, meeting, presentazioni di libri ecc. ) che è accessibile, come i canali aperti su Twitter, Facebook e Linkedin anche dalla home page www.bcsoa.it scheda Bonfiglioli ConsultingNel 2011 Bonfiglioli Consulting ha realizzato un fatturato di 7 milioni di euro. E’ un dato importante se viene letto nel contesto di un mercato che non ha ancora dato i segnali di ripresa che tutti auspicano.È la conferma della solidità di Bonfiglioli Consulting e del rapporto, molto stretto, con la parte più sana del tessuto industriale italiano.Il piano investimenti lanciato da Bonfiglioli Consulting ha portato alla creazione a Crespellano (Bo) della prima Lean Factory School dove verranno realizzate iniziative di formazione avanzata.Bonfiglioli Consulting è attiva a Bologna dal 1973 e si posiziona tra le prime tre società italiane di consulenza per fatturato e numero di consulenti. Con la sua ultra trentennale esperienza, svolge la propria attività a livello nazionale e attraverso l’alleanza con Highland Worldwide a livello internazionale Si avvale di uno staff di oltre 50 persone e con oltre 120 casi di successo, la rendono leader riconosciuto nelle applicazioni del Lean Thinking, sia in ambito manifatturiero che nei servizi, con interventi mirati nelle aree progettazione, produzione, logistica e risorse umane.www.bcsoa.it www.leanfactoryschool.it

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet