Prestitempo (Gruppo Deutsche Bank) fa il suo ingresso nel light


BOLOGNA 20 MARZO Prestitempo, divisione del Gruppo Deutsche Bank specializzata nel credito alle famiglie, di cui è leader storico in Italia, ha appena lanciato un’importante novità per il proprio mercato di riferimento: db contocarta.Si tratta di una carta prepagata, ricaricabile fino a 50 mila euro – dotata di codice Iban – che incorpora le caratteristiche e le funzionalità sia di strumento di pagamento, sia di conto corrente di base, con il vantaggio di essere a zero canone nella fase di lancio promozionale. Questo significa, quindi, zero canone mensile, zero imposta di bollo e zero spese per operazioni quali: bonifici, prelievi, operazioni online e al telefono, pagamenti in tutto il mondo, rifornimento carburante. db contocarta costituisce il primo esempio di questa tipologia di prodotto nel credito al consumo e risponde alla precisa volontà di innovare il settore con una nuova proposizione strategica e commerciale. Con db contocarta, Prestitempo affianca, per la prima volta, un prodotto per soddisfare le esigenze bancarie all’offerta classica di finanziamenti, entrando così nel settore del light banking. La nuova carta con Iban si rivolge, infatti, a clientela privata e viene emessa indipendentemente dalla richiesta di finanziamenti e prestiti. In aggiunta, alla carta è agganciato un conto deposito ad alta remunerazione non vincolato. L’offerta è completata da prodotti assicurativi competitivi.“E’ necessario pensare a un nuovo modello di business per competere sul mercato con successo e, proprio a questa esigenza, risponde il lancio di db contocarta – commenta Sebastiano Marulli, responsabile di Prestitempo – Oggi, più che mai, è indispensabile affiancare nuovi prodotti al business tradizionale legato all’erogazione del credito. Con db contocarta abbiamo voluto innovare e integrare il nostro posizionamento strategico – che ci vede leader nel credito al consumo – entrando nel settore del light banking, ossia offrendo prodotti semplici e convenienti in grado di facilitare l’operatività bancaria di base contenendo i costi, potendo contare altresì sull’appartenenza a uno dei maggiori gruppi bancari a livello globale”.“Nel primo mese di lancio – continua Marulli – la clientela ha richiesto oltre 10 mila carte. Siamo quindi molto fiduciosi che questo prodotto possa rappresentare un’importante leva per continuare a crescere in un mercato maturo, in cui le innovazioni di posizionamento e di prodotto possono fare la differenza”. Prestitempo nel 2011 ha registrato, in controtendenza rispetto al mercato sceso dell’1,7%, un aumento nelle nuove erogazioni di circa il 2%, confermandosi in cima alla classifica tra i leader del credito al consumo. In particolare, in Emilia Romagna il trend è stato particolarmente positivo con nuove erogazioni per oltre 125 milioni di euro (di cui 35 milioni in provincia di Bologna, 17 milioni a Modena, 13 ciascuno a Ferrara e Ravenna, 12 a Reggio Emilia, 11 a Parma, 9 a Piacenza, 8 Forlì-Cesena e 6 a Rimini).Segnali di ripresa per il credito al consumo in Emilia Romagna con le erogazioni (quasi 7 miliardi di euro) che a fine settembre 2011 sono in crescita dell’1,64% rispetto a marzo dello stesso anno. La ripresa del credito al consumo ha riguardato quasi tutte le province della regione. Forlì-Cesena (+2,88% e 539 milioni di euro), Piacenza (+2,49% e 435 milioni di euro), Parma (+2,31% e 692 milioni di euro), e Bologna (+1,87% e 1,61 miliardi di euro) sono le province a maggiore crescita. In aumento le erogazioni anche a Ferrara (+1,67% e 558 milioni di euro), Modena (+1,56% e 1,13 miliardi di euro), Reggio Emilia (+1,19% e 825 milioni di euro) e Rimini (+0,93% e 394 milioni di euro). Stabile il dato registrato in provincia di Ravenna (579 milioni di euro). (Fonte database Bankitalia)“Per promuovere db contocarta – conclude Marulli – abbiamo deciso di investire in un’importante campagna pubblicitaria a livello locale che include affissioni, carta stampata e tv locali, alla quale si affianca una campagna nazionale a livello web”.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet