unioncamere er Un ponte tecnologico tra Emilia-Romagna e il Paranà del Brasile


bologna 20 ottobre Sviluppo dell’interscambio commerciale e del trasferimento tecnologico tra le imprese emiliano-romagnole e quelle del Paranà, il quinto per ricchezza dei 27 stati del Brasile. E’ stato questo il filo conduttore dell’iniziativa promossa da Unioncamere Emilia-Romagna, in coordinamento con la Regione in particolare con il Servizio Politiche Europee e Relazioni Internazionali e lo Sprint – Sportello regionale per l’internazionalizzazione delle imprese.Dodici imprese regionali hanno dato vita, per una intera giornata, ad incontri b2b con sei operatori paranaensi (consorzi, associazioni di categoria e imprese) del settore Information Technology nella sede della Regione a Bologna.Il Paranà, situato nella parte meridionale del Brasile, ha una popolazione di circa 10.300.000 abitanti. E’ il sesto stato brasiliano per numero di imprese di software e la capitale Curitiba é il secondo polo d’innovazione tecnologica del Paese sudamericano.Esistono quindi opportunità di collaborazioni finalizzate allo sviluppo nel campo dell’Information Technology –IT, Sofware e Servizi.I sei operatori del Paranà hanno avuto incontri, tutti di carattere istituzionale, con i servizi Sprint e relazioni internazionali della Regione, Unioncamere, Università di Bologna.Sono stati parte integrante del programma anche meeting con i referenti dei laboratori tecnologici di Aster e del Cise, l’azienda speciale camerale per l’innovazione.Provenivano da sei province le dodici aziende emiliano-romagnole partecipanti: Open Data di Bologna e Iprov di Minerbio (Bo), Rts servizi informativi di Forlì, Engeneering solution, Agronica Group e Onit Group di Cesena, E works di Campogalliano (Mo) e Sata di Modena, Simatica e Frostlab Gate di Ravenna, Henesis di Parma, Red Turtle di Ferrara. Questa azione ha fatto seguito ad una missione istituzionale realizzata nel gennaio 2011, organizzata dal CITS (Centro Internazionale della Tecnologia di Software del Paranà), che ha avuto l’obiettivo di confrontare ed approfondire le potenzialità del mercato IT tra le controparti.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet