bo 20 /1/2012 UNIPOL VERSO FONDIARIA SAI- GLI AGGIORNAMENTI


BOLOGNA 20 GENNAIO )–“Dobbiamo ancora riunirci per decidere. Valuteremo dopo che ci sara’ stato illustrato il piano”.Cosi’ Vincenzo Tassinari, presidente del consiglio di gestione di Coop, organizzazione cui partecipano le grandi cooperative azioniste di Unipol tramite Finsoe, ha risposto a chi gli chiedeva a margine di un convegno se le coop avrebbero partecipato all’aumento di capitale previsto nel piano di aggregazione tra Unipol e FonSai. Tassinari, intervenuto alla 8ø edizione della fiera sulle marche private, organizzata da Bolognafiere ha poi spiegato che bisogna comunque attendere anche le autorizzazioni degli organi di controllo per il via libera dell’operazione.Standard and Poor’s, a seguito dell’abbassamento del rating sovrano dell’Italia e nell’ambito di una piu’ vasta revisione al ribasso dei rating di diversi operatori assicurativi italiani ed europei, ha abbassato il rating di Unipol Assicurazioni di un notch a “BBB+” da “A-“.Conseguentemente, informa una nota, il rating del gruppo Unipole’ stato portato a “BBB-” da “BBB”. S&P indica che i rating di Unipol Assicurazioni sono limitati dal livello di rating dell’Italia e quindi non possono essere superiori a BBB+. L’agenzia mantiene inoltre un credit watch negativo su Unipol Gruppo Finanziario e Unipol Assicurazioni.”Non abbiamo preso alcuna decisione, ne’ in positivo ne’ in negativo”.Lo ha affermato l’a.d. di Unicredit, Federico Ghizzoni, a margine di un convegno, rispondendo a chi gli chiedeva se piazza Cordusio restera’ azionista del nuovo polo assicurativo che potrebbe nascere dalla fusione delle compagnie che fanno capo al gruppo Ligresti e di Unipol.”Lasciamoli lavorare, ora c’e’ il periodo di due diligence”, ha concluso Ghizzoni. “Vedremo quali saranno le conclusioni”.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet