AVANZA IL PROGETTO DI INTEGRAZIONE UNIPOL – PREMAFIN/FONDIARIA – SAI


BOLOGNA 2 APRILE Facendo seguito a quanto comunicato almercato, su richiesta della CONSOB e al fine di fornire la massima informativain merito al progetto di integrazione tra il Gruppo Unipol e il GruppoPremafin–Fondiaria Sai (il “Progetto di Integrazione”), anche in vista deiprossimi adempimenti attuativi dello stesso, si provvede a pubblicare nellaloro interezza, rendendoli disponibili sul sito internet della Società(www.unipol.it), i seguenti documenti:- l’accordo di investimento, comprensivo degli allegati, con cui UGF ePremafin hanno definito i reciproci impegni con riguardo al Progetto diIntegrazione;- l’impegno assunto da UGF – subordinatamente all’acquisizione delcontrollo di Premafin – a non proporre e a fare in modo, per quanto dicompetenza, che non sia proposta o comunque approvata da partedelle assemblee di Premafin, Fondiaria–Sai S.p.A., Milano AssicurazioniS.p.A. e rispettive controllate, l’azione sociale di responsabilità di cuiall’art. 2393 del codice civile e a non proporre azioni giudiziarie di altranatura nei confronti degli amministratori e sindaci di dette società incarica negli ultimi cinque anni (2007-2011), in relazione all’operato eall’attività svolta dagli stessi nelle loro rispettive qualità fino alla datadel 29 gennaio 2012, con l’obbligo per UGF di tenere indenni talisoggetti ove l’azione sociale di responsabilità di cui all’art. 2393 delcodice civile venisse comunque esercitata con il voto favorevoledeterminante di UGF (o di una sua società controllata);- l’impegno di UGF – sempre subordinatamente all’acquisizione delcontrollo di Premafin e in ragione del fatto che tra le condizionisospensive dell’Accordo di Investimento stipulato dalla stessa UGF conPremafin in data 29 gennaio 2012 sono previste le dimissioni anticipatedella maggioranza degli amministratori di nomina assembleare diPremafin – a far sì che, ai sensi dell’articolo 1381 del codice civile,Premafin corrisponda, a titolo di indennizzo, agli amministratoridecaduti dalla carica in conseguenza di tali dimissioni, gli emolumentiche ciascuno di essi avrebbe avuto diritto di percepire fino alla naturalescadenza del mandato, e cioè fino all’approvazione del bilancio al 31dicembre 2012.Per maggiori dettagli, si rinvia alla lettura della documentazione resadisponibile sul sito internet della Società, all’indirizzo sopra indicato, checostituisce parte integrante del presente comunicato.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet