INTESA SANPAOLO SUPERA LO STRESS TEST EUROPEO


bologna 19/7/2011 Intesa Sanpaolo (in Emilia con Carisbo e Cariromagna) ha partecipato allo stress test europeo del 2011,condotto dall’Autorità Bancaria Europea (EBA), in collaborazione con la Banca d’Italia, la BancaCentrale Europea (BCE), la Commissione Europea (CE) e il Comitato Europeo per il Rischio Sistemico(ESRB).Intesa Sanpaolo prende atto dei comunicati sullo stress test europeo resi noti oggi dall’EBA e dalla Bancad’Italia e riconosce pienamente i risultati dell’esercizio.Lo stress test europeo, condotto su 90 banche che rappresentano più del 65% del totale attivo del sistemabancario europeo, si propone di valutare la capacità delle banche europee di resistere a shock severi e illoro grado di adeguatezza patrimoniale a fronte di ipotetici eventi di stress in condizioni particolarmentesfavorevoli.Le ipotesi e la metodologia dell’esercizio sono state definite con l’obiettivo di valutare l’adeguatezzapatrimoniale delle banche rispetto a un Core Tier 1 Ratio di riferimento del 5 per cento (benchmark)nonché di accrescere la fiducia dei mercati circa la solidità delle banche partecipanti all’esercizio. Loscenario avverso utilizzato nello stress test è stato definito dalla BCE e copre un orizzonte temporale didue anni (2011-2012). Lo stress test è stato condotto assumendo che lo stato patrimoniale delle bancherimanga invariato rispetto al dicembre 2010. Lo stress test non considera gli effetti derivanti dallestrategie aziendali e dalle iniziative gestionali future e non rappresenta una previsione della redditività diIntesa Sanpaolo.Per effetto dello shock ipotizzato, nello scenario avverso il Core Tier 1 Ratio stimato su base consolidatadi Intesa Sanpaolo passerebbe dal 7,9% di fine 2010 all’ 8,9% alla fine del 2012. Questo risultatoincorpora gli effetti dell’aumento di capitale, che ha visto l’impegno entro il 30 aprile 2011 alla suaintegrale sottoscrizione e la sua integrale sottoscrizione entro il 22 giugno 2011, ed esclude gli effettidi future azioni di rafforzamento patrimoniale pianificate da Intesa Sanpaolo.Dettagli sui risultati osservati per Intesa Sanpaolo:Lo stress test europeo richiede che i risultati e le debolezze identificati a seguito dell’esercizio, chesaranno resi pubblici al mercato, siano utilizzati per rafforzare la solidità del sistema finanziario.Completato l’esercizio di stress, i risultati evidenziano che Intesa Sanpaolo rispetta il coefficientepatrimoniale di riferimento previsto dall’esercizio. La banca continuerà a garantire il mantenimento di unadeguato livello di patrimonializzazione.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet