100 manager a confronto sulla manutenzione industriale – 100 mln di euro di investimento da parte del Gruppo COPROB


bologna 19 giugno In occasione del seminario sulla manutenzione industriale, organizzato presso lo zuccherificio di Minerbio, COPROB ha illustrato i risultati operativi degli oltre 100 milioni di euro investiti negli ultimi anni.Il Direttore Generale di COPROB Stefano Montanari ha dato il benvenuto ad un centinaio di manager di oltre 50 aziende nazionali che sotto il coordinamento di FESTO Consulting, primaria società di consulenza organizzativa e di formazione manageriale, si sono confrontati su diversi temi quali l’ingegneria, l’informatizzazione e le metodiche della manutenzione applicate anche alla sicurezza ed alla prevenzione.ll Direttore Industriale del Gruppo, Riccardo Casoni, ha presentato ”Sugar 14”, progetto di reengineering quadriennale globale che ha permesso di rendere operativa una nuova organizzazione di sistemi e processi di tutta la divisione zucchero rendendola competitiva con i più avanzati produttori europei e che si concluderà nel 2014. Nel corso del seminario, l’intervento di COPROB si è focalizzato sulla linea di azione di “Sugar 14” relativa al miglioramento dei processi di manutenzione preventiva e mirata, grazie alla disponibilità dei dati di diagnosi.Casoni ha anche evidenziato come “la necessità di migliorare la competitività di COPROB, incrementando la produzione di zucchero e contenendo i costi, ha coinvolto tutte le aree industriali del Gruppo. Grazie all’investimento di oltre 100 milioni di euro – ha continuato Casoni – è stata integralmente rivista l’organizzazione del lavoro interna agli zuccherifici”. Casoni ha poi sottolineato che “la complessiva attività di riorganizzazione della manutenzione sta portando risultati in termini di maggiore consapevolezza e sicurezza dei lavoratori di COPROB, oltre che un risparmio dell’8% dal 2010 al 2011 dei costi di manutenzione interna, a fronte di costi di manutenzione esterna costanti, che permette di riassorbire i costi dell’inflazione”.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet