HERACADEMY: PIÙ CONOSCENZA E INNOVAZIONE PER L’AZIENDA E IL TERRITORIO


BOLOGNA 19 DICEMBRE Una ricerca del CRISP (Centro Interuniversitario sui Servizi di Pubblica Utilità) ha attestato gli standard qualitativi della formazione Hera e ha realizzato lo studio di fattibilità per la prima Corporate University fra le local utility. I risultati presentati questa mattina nel corso di un convegno a BolognaLa qualità della formazione Hera è allineata con le migliori esperienze internazionaliHera ha sviluppato negli anni un’importante attività formativa di cui recentemente una ricerca del CRISP (Centro di Ricerca Interdipartimentale per i Servizi di Pubblica Utilità) ha attestato gli alti standard qualitativi, allineati alle migliori esperienze internazionali del settore. Gli esiti della ricerca sono stati presentati questa mattina, nel corso di un convegno presso San Giorgio in Poggiale, dal titolo ”Beni privati, beni pubblici e beni sociali: l’organizzazione della conoscenza nel settore delle public utilities e il progetto HerAcademy”, a cui hanno preso parte esponenti del mondo accademico e aziendale.Hera, un esempio di eccellenza per la formazione aziendaleLa ricerca del CRISP ha confermato l’importanza dell’attività formativa svolta in Hera: per il 2011 si prevedono, in media, circa 23 ore di formazione per dipendente (in linea con l’andamento degli ultimi anni), rispetto alle circa 20 ore erogate in media dalle altre aziende del settore; si prevede inoltre il coinvolgimento di quasi tutta la popolazione aziendale (circa il 95%) in almeno un’iniziativa formativa.Oltre agli investimenti economici ed organizzativi sostenuti, già da diversi anni si sono valorizzate le competenze distintive presenti all’interno del Gruppo, ricorrendo sempre più frequentemente alla docenza interna. HerAcademy: la prima Corporate University fra le local utilityLa ricerca del CRISP si è conclusa con lo studio di fattibilità per una “università aziendale “ del Gruppo Hera.HerAcademy si configura come luogo di incontro tra le strategia aziendali, le istanze e gli stimoli interni in materia di formazione e l’avanzamento scientifico in materia di sviluppo del capitale umano. HerAcademy è stata pensata quindi sia per valorizzare e accrescere ulteriormente le competenze del personale Hera, sia per trattenere e ridistribuire sul territorio uno straordinario patrimonio di conoscenza presente in azienda e nel sistema universitario. La forma organizzativa di HerAcademy prevede un Comitato di Coordinamento, presieduto dall’Amministratore Delegato di Hera, che rappresenta un momento di sintesi delle tre componenti principali: il Vertice Aziendale, la Direzione Centrale Personale e Organizzazione ed il Comitato Scientifico di estrazione accademica. ‘La nostra maggiore risorsa è quella umana’“Il risultato raggiunto con HerAcademy”, spiega Maurizio Chiarini, Amministratore Delegato di Hera, “non è solo il punto d’arrivo di un percorso intrapreso sin dalla nascita di Hera, ma è anche e soprattutto lo stimolo per continuare ad investire nel capitale umano. Gli investimenti su conoscenza e risorse umane hanno infatti sempre rivestito per il Gruppo la medesima importanza di quelli effettuati su impianti ed infrastrutture. Solo attraverso una continua qualificazione delle nostre risorse, infatti, è possibile mantenere ed accrescere sia i livelli di servizio che la gratificazione di tutti coloro che lavorano, e lavoreranno, in Hera”.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet