granarolo studia alleanza con l’olandese campina


bologna 19 ottobre Nei piani di sviluppo di Granarolo non c’e’ solo il rafforzamento produttivo e industriale in Italia, la cui ultima tappa e’ stata la recente acquisizione della lombarda Lat.Bri, terzo produttore nazionale di formaggi freschi. Il gruppo alimentare di Bologna vuole crescere anche all’estero ed esportare i prodotti a marchio Granarolo, Yomo, Pettinicchio e Prima Natura Bio nei mercati del Nord Europa.Granarolo, spiega MF, sta per esempio cercando un partner commerciale in Olanda e potrebbe averlo individuato nella cooperativa Friesland Campina, uno degli operatori piu’ importanti del settore lattiero-caseario a livello europeo. Il progetto e’ sul tavolo del presidente Gianpiero Calzolari, che ne sta valutando la fattibilita’ assieme al d.g., Rossella Saoncella. L’obiettivo e’ stipulare accordi incrociati di distribuzione. Il colosso olandese, che nei primi sei mesi di quest’anno ha registrato ricavi per 4,73 miliardi con un ebit di 210 milioni e un utile di 127 milioni, e’ infatti a sua volta molto interessato a sbarcare in Italia.Va pero’ sottolineato che proprio la forma cooperativa di Granarolo e di questi operatori stranieri rende di difficile realizzazione operazioni di integrazione industriale o addirittura eventuali scambi azionari.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet