I NUOVI CAMPIONI DEL MADE IN ITALY? ABITANO IN EMILIA


BOLOGNA 19 GENNAIO I nuovi campioni del made in Italy abitano in Emilia. Sono una trentina di aziende medio-piccole che hanno continuato a crescere anche nel biennio nero della crisi, sono accomunate tutte dall’essere leader assoluti anche se in settori di nicchia.Su scala nazionale , secondo i nuovi dati di Mediobanca sui bilanci , la con concentrazione in Emilia è evidente: sono 6 su 30 e primeggia parma con la Sagem Alimentare (a 62,4 milioni) che registra un bel + 22,1% nel fatturato tra 2007 e 2009, la F.lli parmigiani + 59,3% (a 57,4 milioni). Stessa rilevanza per Modena con Liu Jo che crsce tra 2007 e 2009 del 12,2% (a 202,6 milioni) e Light Force (il marchio carpigiano Twin Set di Simona Barbieri), sempre fi moda parliamo, che cresce del71,3% (a 48,1%). Bologna piazza nella TOP 30 Italia la GD (macchine per imballaggio che fattura 470,8 milioni e cresce tra 2007 e 2009 del 4% con abbinata, nello stesso settore Marchesini Group che fattura132,3 milioni (+ 16,9%.«Forse è una delle nuove frontiere dei prossimi anni – dice Marco Fortis – visto che è un Made in Italy difficilmente riproducibile ed è un must per paesi ad alto reddito». Se dentro il mondo distrettuale italiano, si pescano, con una sorta di rete, le aziende che hanno più di 35 milioni di fatturato, che hanno registrato un fatturato superiore al 2007 e un rapporto tra margine operativo e fatturato superiore nel 2009 all’8%, si tirano su almeno unatrentina di aziende presenti nei settoripiù disparati: Liu Jo dell’abbigliamento di Carpi, la Forgiatura Morandini (metalli a Brescia) la Tecniplast di Varese (articoli in gomma), la Marchesini di Bologna (macchine per l’imballaggio), la Moretti compact (Cucine .a Pesaro), la Beta (tessile a Biella), la Abm Italia (Materie plastichetraTreviso e Padova), la Media Profili (Mobili nel Livenza e Quartier del Piave) tanto per citame alcune. Ed anchcfuori dal sistema distrettuale sono molte le realtà che avanzano a sentire gli imprenditori chiamati a fare date-stimonianza da Mediobanca raccontando casi di successo e di crescita (come quello dell’Enervit nella nutrizione, della Mandel nei detersivi, della Mariotti di Genova nelle navi da crociera).

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet