BUON BILANCIO 2010 PER Manutencoop Facility Management


BOLOGNA 198 APRILE Il Consiglio di Gestione di Manutencoop FacilityManagement S.p.A. capofila del principale gruppo italiano attivonell’erogazione e gestione di servizi integrati, alla clientela pubblica e privata, rivolti agli immobili, al territorio e a supporto dell’attività sanitaria, ha presentato il Progetto di Bilancio d’Esercizio di Manutencoop Facility Management S.p.A. e il Bilancio Consolidato del Gruppo MFM al 31 dicembre 2010, redatti secondo i principi contabili internazionali IAS/IFRS.PremessaNell’esercizio 2010, il Gruppo Manutencoop Facility Management ha registrato unaflessione dei principali risultati economico-finanziari rispetto all’esercizio 2009,principalmente riconducibile alla difficile congiuntura macroeconomica. Nel corso del2010, inoltre il Gruppo MFM ha visto l’uscita di Fiat Group dal proprio portafogliocommese, in seguito alla scelta del cliente di internalizzare i servizi di facilitymanagement nell’ambito del proprio processo di riorganizzazione.Principali Risultati Consolidati al 31 dicembre 2010 del Gruppo MFMNell’esercizio 2010, il Gruppo Manutencoop Facility Management ha registrato Ricavipari a 1.139 milioni di euro, sostanzialmente in linea rispetto ai 1.151 milioni di eurodell’esercizio 2009.Il Gruppo MFM ha chiuso l’esercizio 2010 con un EBITDA (Margine Operativo Lordo)pari a 114,5 milioni di euro, in linea rispetto ai 113,2 milioni di euro registratinell’esercizio precedente.1 I Risultati relativi al 31 dicembre 2009 sono stati riesposti per recepire l’applicazione dell’interpretazione IFRIC 12 el’allocazione definitiva del prezzo di acquisto di Altair IFM BV (già Pirelli & C. RE IFM BV).2 L’EBITDA è rappresentato dal risultato operativo al lordo degli accantonamenti a fondi rischi, del riversamentofondi e degli ammortamenti, svalutazioni e ripristini di valore delle attività. L’EBITDA così definito è una misurautilizzata dal management della Società per monitorare e valutare l’andamento operativo della stessa e non èidentificata come misura contabile nell’ambito degli IFRS e, pertanto, non deve essere considerata una misuraalternativa per la valutazione dell’andamento del risultato del Gruppo. Poiché la composizione dell’EBITDA nonè regolamentata dai principi contabili di riferimento, il criterio di determinazione applicato dal Gruppopotrebbe non essere omogeneo con quello adottato da altri e pertanto potrebbe non essere comparabile.L’EBIT (Risultato Operativo) del Gruppo MFM al 31 dicembre 2010 è pari a 47,2 milionidi euro, rispetto ai 58,2 milioni di euro del 2009. Su tale risultato ha inciso la politica diaccantonamenti riconducibili principalmente a oneri connessi al completamento delpiano di riorganizzazione del Gruppo.Al 31 dicembre 2010, l’Utile Netto consolidato del Gruppo MFM è pari a 7,7 milioni dieuro, rispetto ai 15,1 milioni di euro dell’esercizio 2009.L’Indebitamento Finanziario Netto al 31 dicembre 2010 del Gruppo MFM è pari a 335,1milioni di euro, rispetto al 31 dicembre 2009 quando era pari a 300,5 milioni di euro, aseguito dell’allungamento dei tempi di pagamento da parte dei clienti del settore privato,in conseguenza della difficile congiuntura macroeconomica.Business highlightsNel corso dell’esercizio 2010, le acquisizioni di nuovi Clienti (al netto delleriaggiudicazioni di clienti già in portafoglio) hanno apportato al gruppo oltre 200 nuovicontratti, per un valore complessivo pluriennale pari a 317 milioni di euro, di cui il64% relativo al settore pubblico e il 36% al settore privato. Tale valore ha portato il totaledel portafoglio commesse del Gruppo MFM al 31 dicembre 2010 ad un importocomplessivo pari a 2,34 miliardi di euroQuarto Trimestre 2010Tra le principali gare che il Gruppo MFM si è aggiudicato/riaggiudicato nel corsodell’ultimo Trimestre dell’esercizio 2010 si segnalano:o La riaggiudicazione della fornitura del servizio di lavanolo presso le strutturedell’Azienda U.S.L. di Teramo, per un valore complessivo pari a 18,3 milioni dieuro e una durata di 6 anni;o La riaggiudicazione della fornitura del servizio di lavanolo presso le strutturedell’Azienda Sanitaria Unica Regionale n.9 di Macerata, per un valorecomplessivo pari a 7,6 milioni di euro e una durata di 4 anni;o La riaggiudicazione del Global service presso le strutture dell’Università IULM,per un valore complessivo pari a 5 milioni di euro e una durata di 5 anni;o La riaggiudicazione della fornitura del servizio di lavanolo presso le strutturedell’Azienda Sanitaria Unica Regionale n.10 di Camerino, per un valorecomplessivo pari a 3 milioni di euro e una durata di 4 anni;o La riaggiudicazione della fornitura del servizio di lavanolo presso le strutturedell’Azienda Sanitaria Unica Regionale n.8 di Civitanova, per un valorecomplessivo pari a 2,9 milioni di euro e una durata di 4 anni;o L’aggiudicazione del Global service presso le strutture della Banca Monte Paschidi Siena S.p.A., per un valore complessivo pari a 2,6 milioni di euro e una duratadi 3 anni;o l’aggiudicazione della fornitura di servizi tecnici presso le strutture del Comunedi Cadoneghe (Padova), per un valore complessivo pari a circa 2,2 milioni dieuro e una durata di 9 anni;o La riaggiudicazione della fornitura del servizio di lavanolo presso le strutturedella Casa di Riposo e Centro Diurno “Gino e Pierina Marani” di Villorba (Treviso),per un valore complessivo pari a 2,2 milioni di euro e una durata di 5 anni;o La riaggiudicazione della fornitura di servizi di igiene presso l’AziendaManifatture Sigaro Toscano S.p.A., per un valore complessivo pari a 1,2 milionidi euro e una durata di 3 anni;o La riaggiudicazione della fornitura dei servizi di igiene presso le strutturedell’Università di Bologna, per un valore complessivo pari a 0,9 milioni di euro euna durata di 3 anni;o L’aggiudicazione della fornitura dei servizi tecnici presso le strutture dellaProvincia di Foggia, per un valore complessivo pari a 0,7 milioni di euro e unadurata di 2 anni (prorogabile per ulteriori 2 anni).Business Highlights dei primi mesi del 2011Nei primi mesi del 2011, il Gruppo MFM si è aggiudicato alcuni importanti contratti,riconducibili a gare partecipate nel 2010, tra le quali si segnalano: il servizio energia perl’Azienda Sanitaria Locale 21 e 22 del Veneto (per un valore complessivo pari a 56,5milioni di euro e una durata di 9 anni) ed il Servizio Energia per conto dell’USL n.8 diArezzo (per un valore complessivo pari a 25,5 milioni e una durata di 7 anni).Da segnalare, inoltre, per il mercato pubblico, l’aggiudicazione di 4 lotti dellaconvenzione Consip Energia per un potenziale di circa 52,5 milioni in 7 anni.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet