BO 16/9/2013 Sold out di espositori per FARETE, la due giorni delle imprese


BOLOGNA 16 SETTEMBRE Oggi e domani torna FARETE, la due giorni delle imprese organizzata per il secondo anno consecutivo da Unindustria Bologna in collaborazione con Legacoop Bologna. L’iniziativa, che nel 2012 ha registrato oltre 300 espositori e 7.350 visitatori, è una grande vetrina delle produzioni e dei servizi che il territorio bolognese (e non solo) esprime in tutti i settori. All’edizione 2013, che si svolgerà al Centro Agro Alimentare (Caab) di Bologna, partecipano oltre 500 stand espositivi, e si prevedono oltre 10.000 visitatori. Inoltre sono in programma oltre 30 workshop, mentre sono già stati fissati 1.869 appuntamenti attraverso l’agenda digitale. Anche quest’anno FARETE ospiterà l’Assemblea Generale di Unindustria Bologna, che si terrà lunedì 16 settembre alle ore 11. In un’ottica di valorizzazione delle eccellenze industriali che hanno resto l’Italia nota nel mondo, e in vista di Expo 2015, l’Associazione ha deciso di dedicare l’Assemblea Generale 2013 a un tema strategico per il territorio bolognese e più in generale per il Paese: l’Agroalimentare.Aprirà i lavori dell’Assemblea il Presidente di Unindustria Bologna, Alberto Vacchi.Seguirà la Tavola rotonda dal titolo “L’innovazione nel food” con i seguenti ospiti: Paolo De Castro, Presidente della Commissione Agricoltura del Parlamento Europeo; Oscar Farinetti, imprenditore “visionario”, torinese e creatore della catena Eataly; Luke Johnson, imprenditore inglese, già presidente di Channel 4 Television Corporation, noto per aver portato al successo Pizza Express, la catena di ristoranti che oggi conta 400 punti vendita in tutto il mondo.La conclusione dei lavori dell’Assemblea è affidata al Presidente di Confindustria, Giorgio Squinzi. FARETE 2013 sarà anche l’occasione per la presentazione in anteprima a Bologna di Expo 2015. Martedì 17 dalle 9 alle 13, sul palco centrale del Caab, Marina Geri, Direttore Marketing e Commerciale del Padiglione Italia, e Beatrice Tagliatesta, staff Direzione Marketing e Commerciale del Padiglione Italia, forniranno alcuni dati in anteprima e presenteranno le opportunità di Expo 2015 per le imprese italiane.Anche quest’anno all’interno della manifestazione è in programma un evento dedicato alle startup. Lunedì 16 settembre alle 15 sarà la volta dello Startup Meetup organizzato in collaborazione con la Fondazione Italia Camp: 11 startupper presenteranno a una platea di potenziali investitori le proprie idee innovative in tre settori: energia e ambiente, sistemi di produzione e biomedicale.L’imprenditoria femminile invece sarà il tema del Brainstorming Lounge che si svolgerà lunedì 16 settembre alle 17, con la partecipazione di Sarah Craddock Morrison, Console Generale Usa del Consolato di Firenze, Elizabeth Robinson – Co-founder di Nicox, Elena Favilli, Founder e Ceo di Timbuktu.Quest’anno, inoltre, Farete ospiterà una delegazione internazionale di imprese. Si tratta di 15 aziende manifatturiere che sono alla ricerca di potenziali partner commerciali, e che provengono da diversi mercati esteri. Nel dettaglio, quattro vengono dal Marocco (Alliance Materiaux, Geomag, Scadia, Sonefi), tre dalla Polonia (3xE – Electric cars, Wadex S.A., FARO S.), una dalla Slovenia (Fimtech), una dal Sud Africa (Vespa S.A.), tre dalla Turchia (Ozay Otomotiv, Sirena Marine Denizcilik San.Tic.A.S., Us Kardesler Ltd. Sti.), tre dall’Ucraina (Kwin-Swig Ltd., SEM Ltd. Sirius-Profix, Ltd.)“Pericoli e opportunità: alla ricerca di un capitalismo sostenibile” è il titolo del convegno organizzato dai Giovani Imprenditori di Unindustria Bologna che verterà su due linee guida: la genesi della crisi economica e i nuovi paradigmi del fare impresa. Si confronteranno sul tema: Angelos Papadimitriou, Amministratore delegato Coesia Spa; Veronica Guerrieri, Docente di Economia presso University of Chicago Boots School of Business; Nino Lo Bianco, Presidente Business Integration Partners; Andrea C. Bonomi, Fondatore Investindustrial e Presidente gruppo BPM; Pietro Colucci, Presidente e AD Kinexia; Stefano Zamagni, Professore di Economia Politica presso Università di Bologna; Alessandra Smerilli, Professoressa di Economia e Statistica presso Università Cattolica del S. Cuore; Fabio Roversi Monaco, Presidente Banca IMI e Presidente Genius Bononiae, Musei della città; Jacopo Morelli, Presidente Giovani Imprenditori Confindustria. Conclude i lavori il Presidente di Unindustria Bologna, Alberto Vacchi.“Siamo orgogliosi di presentarvi quest’anno la seconda edizione di FARETE, un’iniziativa su cui abbiamo scommesso un anno fa, e che in poco tempo si è guadagnata l’apprezzamento di tanti imprenditori, non solo bolognesi, che in questa iniziativa vedono un catalizzatore di opportunità. Proprio nell’ottica di accontentare il maggior numero di aziende abbiamo deciso di organizzare l’edizione 2013 di FARETE nel Caab, che ha gentilmente concesso di ospitarci. Nonostante gli spazi ampi, anche quest’anno abbiamo raggiunto il sold out di espositori due mesi prima dell’evento”, dichiara il Presidente di Unindustria Bologna, Alberto Vacchi. “Siamo molto soddisfatti anche della rinnovata sinergia con Legacoop, che dimostra come la vivacità del nostro tessuto produttivo sia trasversale”, aggiunge.Nato nel 2009 come social network delle imprese associate ad Unindustria Bologna, nel 2012 FARETE ha preso corpo in una due giorni pensata per facilitare l’incontro della domanda e dell’offerta. In altre parole, per passare dalla mail alla stretta di mano.La diretta della due giorni sarà trasmessa in streaming dalla web radio bolognese Alma Radio.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet