Export, 12 milioni di euro dalla Regione per sostenere l’internazionalizzazione IN BRASILE E ENDIA


BOLOGNA 16 MARZO Dodici milioni di euro per favorire l’internazionalizzazione delle proprie imprese verso i mercati esteri più in crescita. Sono queste le risorse messe in campo dalla Regione per sostenere l’export delle imprese dell’Emilia-Romagna.«L’incremento del Pil regionale nel 2010 – ha sottolineato l’assessore regionale alle Attività produttive Gian Carlo Muzzarelli – ha avuto grande impulso dal +12% dell’export. Riteniamo quindi fondamentale che la parte più creativa e vivace del sistema si rivolga con convinzione ai mercati esteri: il brand Emilia-Romagna è forte, ed è garanzia di qualità. Per questo, nonostante il completo azzeramento delle risorse statali dedicate, abbiamo deciso di confermare l’impegno finanziario degli scorsi anni, e dare nuove opportunità di crescita ed espansione a chi fa impresa in Emilia-Romagna».Dei 12 milioni di euro stanziati, 9,3 milioni sono stanziati per i bandi e contributi alle imprese in forma aggregata (di cui 3,3 milioni per i consorzi; il resto prioritariamente al bando per le aggregazioni di imprese), mentre con i restanti 2,7 milioni di euro si supportano iniziative promosse e realizzate congiuntamente dalla Regione ed altri partner del sistema produttivo regionale: fiere, associazioni imprenditoriali, camere di commercio e Università.Due i bandi finanziati: il primo è riservato a progetti presentati da associazioni temporanee di impresa (minimo 6 imprese per ogni progetto, con contributi fino al 50% delle spese ammesse che possono riguardare la promozione congiunta in fiere internazionali, incontri d’affari, studi di fattibilità e ricerca di partner commerciali); il secondo è riservato ai consorzi export regionali, rivolti alle Pmi.«Sono paesi in cui ci sono prospettive molto interessanti per la parte più dinamica del nostro sistema, quella che reagisce alla crisi con nuovi investimenti ed innovandosi, e che è largamente maggioritaria nella nostra Regione», ha aggiunto Muzzarelli.I progetti sostenuti riguardano anche in questo caso la promozione congiunta in fiere internazionali, incontri d’affari, studi di fattibilità e ricerca di partner commerciali. Priorità sarà accordata alle iniziative verso alcuni dei grandi mercati extra-europei: Cina, Brasile, India, Russia, Sud Africa e Turchia, senza precludere, in ogni caso, la possibilità di operare anche su altri mercati, emergenti o tradizionali. Con i 2,7 milioni di euro per la promozione del sistema, verranno finanziati eventi di spessore, tra i quali, in particolare: la ‘Settimana dell’Emilia-Romagna in Turchia’, nella seconda metà di giugno, con la partecipazione delle imprese di vari settori (meccanica, moda, biomedicale), e successivamente, nella seconda metà dell’anno, con missioni imprenditoriali in aree a forte crescita di quel paese come il sud anatolico e l’area di Izmir; la partecipazione regionale all’anno dell’Italia in Brasile, con eventi che si svolgeranno a partire dalla seconda metà del 2011, anche in collaborazione con le istituzioni nazionali; la valorizzazione della filiera agroindustriale in India e nei paesi dell’Asia Occidentale, con cui ci si propone di continuare ad ampliare le attività già intraprese nel 2009 per la valorizzazione e l’internazionalizzazione delle imprese emiliano-romagnole del settore della meccanica agricola verso l’Asia. Le iniziative faranno perno sulla manifestazione fieristica Eima-Agrimach in programma dall’8 al 10 dicembre 2011 a New Delhi e rassegna Eima Gulf 2011 (Abu Dhabi, 18-20 aprile 2011).

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet