BO 1572/2012 ima intorno a 700 milioni di euro nel 2012


bologna 15 febbraio Il Consiglio di Amministrazione di IMA S.p.A., leader mondiale nella produzione di macchine automatiche, riunitosi oggi sotto la presidenza di Alberto Vacchi ha preso visione delle stime preliminari dei principali dati gestionali dell’esercizio 2011 e dei lineamenti di budget del Gruppo per l’esercizio 2012.I ricavi consolidati preliminari risultano in forte crescita a 669,2 milioni di euro (+ 33% rispetto ai 503,3 milioni al 31 dicembre 2010), il margine operativo lordo (EBITDA) è salito a 91,6 milioni di euro ante oneri non ricorrenti pari a 6,3 milioni di euro (+ 46,8% rispetto ai 62,4 milioni ante oneri non ricorrenti pari a 2,7 milioni al 31 dicembre 2010) e il portafoglio ordini consolidato ha raggiunto i 378 milioni di euro (+ 34,7% rispetto ai 280,6 milioni al 31 dicembre 2010). Le stime preliminari di consuntivo 2011 indicano un esercizio in forte crescita, grazie all’andamento molto positivo delle vendite di macchine automatiche verso i settori di riferimento (farmaceutico e food) e al significativo contributo del Gruppo Sympak Corazza, consolidato da febbraio 2011. Nel periodo febbraio-dicembre 2011 il Gruppo Sympak Corazza ha generato ricavi per 90 milioni di euro, un EBITDA ante componenti non ripetibili pari a 13,2 milioni di euro e un portafoglio ordini pari a 37,1 milioni di euro. Alla data del 31 dicembre 2011 presenta un indebitamento finanziario netto pari a 7,1 milioni di euro. Si tratta di stime preliminari che saranno esaminate nel corso del prossimo Cda. L’indebitamento finanziario netto preliminare del Gruppo IMA al 31 dicembre 2011 è di 157,5 milioni di euro (113,5 milioni al 31 dicembre 2010). Il dato preliminare risulta in aumento per l’esborso di 63,5 milioni di euro (che include l’assunzione di un debito finanziario pari a 6 milioni di euro) per l’acquisizione del Gruppo Sympak Corazza. I dividendi pagati nel corso del 2011 ammontano a 33,1 milioni di euro. Nel commentare i dati Alberto Vacchi, Presidente e Amministratore Delegato di IMA, ha dichiarato: “Sulla base delle positive stime preliminari di consuntivo 2011, si profila un anno record per il Gruppo IMA nel suo cinquantesimo anniversario, il migliore di sempre. I ricavi consolidati preliminari hanno superato le previsioni già annunciate, raggiungendo 669,2 milioni di euro. Siamo molto soddisfatti di aver raggiunto gli obiettivi di crescita che ci eravamo prefissati per il 2011: una crescita raggiunta sia per linee interne sia grazie al Gruppo Sympak Corazza che ha contribuito sul fronte dei risultati e del business, proiettando IMA nel settore del packaging alimentare di nicchia. L’ottimo andamento del portafoglio ordini consolidato a fine dicembre ci consente di avere una buona visibilità sull’anno in corso e di poter guardare con fiducia all’evolversi del 2012”. I risultati definitivi dell’esercizio 2011 saranno esaminati dal Consiglio di Amministrazione di IMA S.p.A. convocato per il 15 marzo 2012. Lineamenti di budget del Gruppo per l’esercizio 2012Il Consiglio di Amministrazione ha inoltre preso visione dei lineamenti di budget del Gruppo per l’esercizio 2012. IMA inizia positivamente il nuovo anno grazie al portafoglio ordini consolidato in forte crescita al 31 dicembre 2011, che risulta ben superiore al 50% del fatturato previsto per il 2012, e al buon andamento del mese di gennaio (circa + 20% rispetto al corrispondente periodo dell’anno precedente). Riteniamo di prevedere un esercizio in ulteriore crescita, con una stima di ricavi intorno a 700 milioni di euro e un EBITDA intorno a 95 milioni di euro.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet