Ima: utile netto 2012 sale a 47,7 mln (28,2 mln in 2011)


bologna 15 marzo Ima ha chiuso il 2012 con un utile netto pari a 47,7 mln euro, in aumento rispetto ai 28,2 mln registrati nello stesso periodo del 2011.I ricavi, spiega una nota, si attestano a 734,3 mln (+9,7% a/a), l’Ebitda e’ di 101,4 mln (+9% a/a), l’Ebit e’ di 80,6 mln (+18,7% a/a), mentre il risultato netto di periodo ammonta a 49,4 mln (+68% a/a). Il portafoglio consolidato e’ di 404,9 mln (+7,1% a/a) e la posizione finanziaria netta e’ negativa per 131,5 mln (-157,5 mln in 2011).All’assemblea straordinaria e ordinaria degli azionisti convocata per il 24 aprile sara’ proposto un dividendo di 1 euro per azione (1 euro nel 2012) che verra’ messo in pagamento il 30 maggio.La societa’ prevede per il 2013 di raggiungere ricavi pari a circa 760 mln euro, e un Ebitda a circa 105 mln.”Siamo molto felici ed orgogliosi degli ottimi risultati che abbiamo raggiunto nel 2012, che”, ha commentato Alberto Vacchi, presidente e a.d. della societa’, “riflettono il consolidato trend di crescita sia del business farmaceutico, dove Ima vanta un’acquisita leadership mondiale, sia del packaging alimentare di nicchia, settore nel quale si sono concentrati i maggiori investimenti degli ultimi tre anni. La forte crescita dei ricavi e degli utili conferma il dinamismo del Gruppo e la validita’ delle scelte strategiche volte a sostenere un percorso di crescita per linee interne ed esterne. Le ultime acquisizioni messe a segno dal Gruppo nel settore food e nel settore farmaceutico si inseriscono in questa strategia di focalizzazione ed ottimizzazione del portafoglio prodotti. Ad essa si affiancano gli investimenti costanti che Ima ha effettuato nell’innovazione di prodotto. L’elevata quota di export di Ima, pari al 93% nel 2012, rappresenta un altro fattore importante per la crescita e la competitivita’ del Gruppo. L’impegno sui Bric continua ad essere rilevante ed e’ volto a rafforzare la presenza del Gruppo in questi paesi, che presentano buone prospettive di crescita, mantenendo sempre forte l’attenzione ai mercati del Nord America ed Europa. Le prospettive per il 2013 sono positive: i primi due mesi evidenziano una buona performance in tutte le aree di business e confermano la nostra fiducia nella favorevole evoluzione dell’esercizio in corso. Anche quest’anno abbiamo deciso di premiare gli azionisti, proponendo alla prossima assemblea un dividendo in linea con l’esercizio precedente”.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet