UNINDUSTRIA BOLOGNA La Borsa di studio “Mario Possati” 2011 ad uno studente albanese della Johns Hopkins


BOLOGNA 15 MARZO E’ stato Mario Brataj, studente albanese della Johns Hopkins, ad aggiudicarsi quest’anno la Borsa di studio Mario Possati.La Borsa, intitolata alla memoria del fondatore della bolognese Marposs, azienda leader nella elettronica di precisione, è messa a disposizione congiuntamente da Unindustria Bologna e da Marposs SpA, che ogni anno la destinano ad uno studente particolarmente meritevole proveniente dai Paesi dell’Est europeo, specializzando presso la sede bolognese dell’Università americana Johns Hopkins.La cerimonia di consegna si è svolta presso la sede della Marposs SpA a Bentivoglio (Bologna).Sono intervenuti: Stefano Possati, Presidente della Marposs SpA, insieme ai fratelli Edoardo ed Alberto, rispettivamente Vice presidente e Consigliere della società; Maurizio Marchesini, Presidente di Unindustria Bologna, insieme al Direttore generale Cesare Bernini; Kenneth H.Keller Direttore e docente della Johns Hopkins University Bologna Center.La Borsa Mario Possati fu istituita oramai vent’anni fa con l’obiettivo di consentire a giovani talenti provenienti dall’Est europeo di perfezionare la propria formazione secondo standard internazionali. E i risultati hanno dato ragione alle intenzioni: nel tempo i borsisti sono approdati a significativi incarichi nel campo dell’economia e delle istituzioni, sia nei loro paesi di origine che in altre realtà internazionali.Mario Brataj, cittadino albanese, vive in Italia dal 1996 dove ha terminato il Liceo. Nel 2005 ha conseguito la Laurea in Relazioni Internazionali e Diplomatiche presso l’Università di Bologna, campus di Forlì. Successivamente ha conseguito la Laurea Specialistica sempre nello stesso ateneo, con una tesi che analizza le relazioni tra l’ineguaglianza e il flusso di disoccupazione in Cina. Inoltre, ha avuto l’opportunità attraverso il programma Erasmus di studiare dal 2003 al 2004 presso l’Università di Trier in Germania; e durante la Specialistica, dal 2005 al 2006 ha potuto seguire dei corsi di Scienza Politica ed Economia presso l’Università di UCLA, negli Stati Uniti.Infine nel 2007, ha cominciato il Master in Finanza presso l’Università di Brescia. Assieme ai suoi compagni di corso, ha partecipato nello stesso anno alla competizione denominata Trading Game on Italian equity Market.Ora, dunque, la Borsa di studio Possati lo aiuterà a conseguire il suo sogno, che è quello di completare per prima cosa l’indirizzo in “Energy, Resources and Environment” e di sviluppare le proprie capacità professionali, senza perdere di vista l’obiettivo di occuparsi un giorno di politiche multilaterali e di finanza all’interno di organizzazioni internazionali, nonché dell’integrazione e dello sviluppo dei Balcani o dei Paesi in via di sviluppo.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet