boom per il project financing in emilia romagna


BOLOGNA 15 FEBBRAIO Cresce molto il mercato del partenariato pubblico-privato in Emilia-Romagna. Un boom che, nel 2010, ha visto 298 gare per un valore di 1,3 miliardi (+67% rispetto al 2009): ha rappresentato il 59% dell’intero mercato delle opere pubbliche in gara e oltre il 36% del numero delle opportunità. Sono dati che collocano la regione al secondo posto in Italia nella classifica delle opportunità dietro la Lombardia e al terzo nel volume d’affari.A fare il punto sul tema è stato un convegno nella sede di Unioncamere Emilia-Romagna, in cui sono stati presentati i risultati descritti dall’osservatorio regionale del Project Financing e del partenariato pubblico privato (Ppp), realizzato da Cresme Servizi. Sono le concessioni di servizi il settore con il maggior numero di opportunità, con 198 gare, pari ai due terzi del mercato regionale. La seconda quota (25%) spetta alle concessioni tradizionali, con 74 gare. Il project financing, cioè le concessioni di costruzione e gestione su proposta del promotore, rappresenta il 6% delle opportunità rilevate.Nel 2010, si legge poi nel rapporto, sono state 81 le gare aggiudicate per un investimento di quasi 1,3 miliardi. Tra i contatti con l’importo maggiore, quello per la realizzazione dell’autostrada Cispadana, con un costo presunto di 1,1 miliardi.Le province in cui si è riscontrata una più intensa attività sono Parma, dove si concentra il 36% delle opportunità, e Modena, con il 67% dell’investimento. Il risultato di Parma (106 opportunità) è stato determinato dall’indizione di 64 gare, da parte di Comune, Provincia e società controllate, per 224 milioni. Gare finalizzate soprattutto alla costruzione e gestione di impianti fotovoltaici e alla riqualificazione urbana.A Modena sono stati fatti investimenti per oltre 900 milioni, il 98% dei quali destinato al collegamento autostradale Campogalliano-Sassuolo. Bologna si distingue con 44 gare e 56 milioni, di cui 30 riferiti al project financing a gara unica indetto dall’Azienda ospedaliero-universitaria Sant’Orsola Malpighi per progettazione, costruzione e gestione di nuove centrali tecnologiche.Ai Comuni, infine, spetta il 73% del mercato del Ppp regionale, con 215 gare per 202 milioni e il 15% per investimento. Alle Province, competono 31 gare (10%) e 91 milioni (7%).

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet