Conad, un anno da protagonista: +5 per cento di fatturato Sale al 16,2 per cento la leadership nei supermercati


BOLOGNA 15 DICEMBRE Continua il trend di crescita di Conad, il gruppo cooperativo che il prossimoanno compirà 50 anni: 10,250 miliardi di euro di giro d’affari (+4,8 per cento rispetto all’anno scorso;+70 per cento dal 2002), leadership nei supermercati cresciuta fino al 16,2 per cento di quota dimercato (+1,2 punti percentuali rispetto al 15,4 per cento dello scorso anno) e nei punti di vendita diprossimità al 13,7 per cento contro il 12,8 per cento del 2010. La quota di mercato è salita al 10,3 percento (9,9 per cento lo scorso anno). (fonte: AC Nielsen)Sono i numeri di un 2011 vissuto da protagonista del mercato, segnato dalla crisi economica, dalladifficoltà ad accedere al credito e dalla contrazione dei consumi. Sempre meno soldi da spendere, masempre più fiducia nelle insegne Conad. Lo testimoniano i 6,5 milioni di famiglie che ogni settimanafanno la spesa nei 2.959 punti di vendita del gruppo presenti, con una superficie di vendita di 1.560.835mq, in 1.424 comuni di tutte le province italiane con una frequenza di spesa media di una volta allasettimana.“Risultati importanti, ai quali i soci di Conad hanno dato un contributo determinante. Il mercato e iclienti, ai quali abbiamo fatto risparmiare oltre 700 milioni di euro nel corso del 2011, hannopremiato il gruppo oltre ogni aspettativa”, sottolinea il direttore generale di Conad Francesco Pugliese.“La situazione economica e sociale dell’Italia è molto difficile, ma la stiamo affrontando condeterminazione e con progetti validi e concreti, sempre dalla parte del cliente: abbiamo tante idee e lavoglia di realizzarle, puntiamo a fornire prodotti e servizi con il miglior rapporto fra convenienza equalità e investiamo a sostegno dei consumi e in nuove forme di distribuzione”.I dati sono stati presentati al Circolo della stampa di Milano nell’incontro di fine anno organizzato daConad per la stampa.I clienti hanno premiato la politica promozionale di Conad, riconoscendo al gruppo cooperativo il forteimpegno prodotto a sostegno dei consumi. Nel 2011 i clienti hanno risparmiato oltre 700 milioni dieuro attraverso le iniziative sviluppate con la campagna Carrello felice e con altre promozioni realizzateanche dalle singole cooperative.Per il 2012 è confermato il piano promozionale nazionale – supportato da una strategia dicomunicazione per ogni iniziativa – Carrello Felice sulla marca commerciale, prodotti di marca a prezzicompetitivi, e la grande offerta di prodotti freschi con la qualità tipica italiana, distintiva e al giustoprezzo. Il tutto per far fronte al cambiamento delle abitudini di consumo dei clienti, che, a settembre,hanno dedicato meno risorse all’acquisto di cibo e bevande (-2,2 per cento su base annua). Il calo annuoè effetto della diminuzione registrata nelle imprese di piccole superfici (-2,8 per cento), quali itradizionali negozi di quartiere e le botteghe, mentre hanno tenuto la grande distribuzione (+0,2 percento). e i discount alimentari (+2,9 per cento). (Fonte: Istat, comunicazione del 25 novembre 2011)Conad sta fronteggiando la crisi economica meglio dei concorrenti perché molto legata ai punti divendita di piccole e medie superfici, che hanno le dimensioni giuste per un’offerta in linea con i nuoviconsumi. In Conad la crescita non si limita ai supermercati, ma coinvolge anche gli iper ad insegnaE.Leclerc Conad che hanno registrato un fatturato in crescita del 4 per cento.Il modello Conad è sempre più vincente, perché ha buoni ingredienti: soci determinati che affrontanouniti la crisi, insegne per ogni necessità di spesa, promozioni e assortimenti che rispondono alle esigenzedei clienti, qualità, convenienza e innovazione.Nel 2011 può dirsi ormai completato il progetto di riorganizzazione della rete di vendita che hacoinvolto, come mai è accaduto prima ad altri distributori in Italia, oltre mille negozi, ora più funzionalialle esigenze dei clienti: Conad City, il supermercato per la spesa veloce e quotidiana, Conad Super, peruna spesa completa, e Conad Superstore, il supermercato con offerte attrattive per una spesa di scortaveloce e completa.La produttività dei punti di vendita Conad – indice di un’offerta commerciale competitiva e della capacitàinnovativa e di sviluppo dei soci – è in costante crescita. Con un valore di 6.500 euro/mq si colloca tra lepiù alte del mercato. L’eccellenza è rappresentata dagli store Sapori&Dintorni Conad (400 mq disuperficie) con una produttività a mq di 20 mila euro. Il format sarà sviluppato in altre città d’arte, oltre aFirenze, nelle stazioni ferroviarie e nei principali aeroporti italiani.Per il prossimo anno – conclusa l’acquisizione di 19 punti di vendita ex Pellicano del gruppo Lombardiniin Sardegna –, Conad ha previsto uno sviluppo per 200 mila mq di superficie di vendita, con l’adesionedi nuovi soci e la creazione di 500 posti di lavoro. L’incremento di fatturato atteso è di circa 1 miliardodi euro.Nel triennio 2012-2014 Conad ha in cantiere l’apertura di 260 nuovi punti di vendita in tutte le regioniitaliane, con un investimento di 770 milioni di euro e la creazione di 5.800 nuovi posti di lavoro.Trend di crescita più che positivo per la marca commerciale. A fine 2011, un prodotto su quattro negliassortimenti (24,5 per cento contro una media Italia del 17,3 per cento) sarà Conad, distanziando lamedia totale Italia di 7,2 punti percentuali e testimoniando una crescita nettamente superiore a quella delmercato.Il fatturato alla vendita è in crescita del 20 per cento rispetto a quello dello scorso anno e a fine anno siattesterà a 2,2 miliardi di euro realizzato con una gamma di 2 mila prodotti con le etichette Conad,Conad Percorso Qualità, Conad il Biologico, Sapori&Dintorni Conad, Conad Kids e Ac AlimentumConad che coprono tutte le esigenze di consumo di una famiglia. Conad è leader nel 35 per cento dellecategorie (se si sommano anche le seconde posizioni, la percentuale sale al 65 per cento).I prodotti freschi sono sempre più una priorità strategica di Conad, valorizzati attraverso la loro italianità– l’ortofrutta venduta è al 95 per cento italiana, così come lo sono in prevalenza i salumi e i formaggi,mentre per latte e pomodoro a marca commerciale la materia prima è italiana al cento per cento – e lamarca commerciale, utilizzando Sapori&Dintorni Conad per il fresco tipico e Conad Percorso Qualitàper il fresco a filiera di approvvigionamento garantita.L’intenso piano di sviluppo della marca commerciale si riassume nei circa 700 interventi annui fra nuovilanci, riformulazioni di prodotto – per avere una qualità significativamente più vicina a quella dei leaderdi categoria –, cambi di fornitori e adeguamenti normativi.Nel corso del 2011 si è rafforzato l’impegno con 200 piccoli e medi imprenditori dell’alta qualitàagroalimentare, di cui Sapori&Dintorni Conad è interprete. Le loro produzioni trovano spazio ancheall’estero attraverso i partner di Coopernic, società cooperativa di diritto europeo fondata da Conadassieme a Colruyt (Belgio), Coop Suisse (Svizzera), E. Leclerc (Francia) e Rewe (Germania). Le cinquecatene promotrici possono contare complessivamente su 20 mila punti di vendita presenti in 22 Paesieuropei e su un giro d’affari di oltre 108 miliardi di euro realizzato con 520 mila addetti: valori checollocano il potenziale della nuova realtà al primo posto in Europa e al secondo nel mondo (dopo ilcolosso americano Wal-Mart).Spinta ancora più forte la si ritrova nell’innovazione di servizio. A fine 2011 sono 13 i distributori dicarburanti Conad (l’ultimo è stato inaugurato a Ferrara il 6 dicembre scorso) grazie ai quali i cittadinihanno risparmiato 24,1 milioni di euro, e 42 le parafarmacie che, in cinque anni, hanno generato unrisparmio di oltre 6 milioni di euro con un risparmio medio del 22 per cento.Da segnalare che a novembre la spesa familiare per trasporti, combustibili ed energia elettrica ha superatoquella per alimenti e bevande (attestata al 19 per cento della spesa mensile per famiglia). (fonte: Istat) Unlitro di carburante costa più di un litro di latte o di un kg di pasta…L’obiettivo per il 2012 è arrivare a 100 corner Parafarmacia Conad in tutti gli ipermercati e i superstorecon galleria commerciale, portare i corner Ottico in tutti gli ipermercati e – grazie anche agli auspicatiprovvedimenti del governo Monti in materia di liberalizzazioni – procedere con l’apertura di 30 nuovidistributori di carburanti Conad.La novità per il 2012 sarà la cremeria Sapori&Dintorni Conad, con un primo corner inaugurato inanteprima nel nuovo ipermercato di Torino annesso allo stadio Juventus. L’obiettivo è aprirne una inognuno degli ipermercati del gruppo. Conad è il primo in Italia a sviluppare la gelateria artigianale conla produzione a vista e con ingredienti tutti di origine italiana.Nel 2011 i clienti Conad hanno ridotto del 23 per cento l’utilizzo di sacchi per l’asporto merci monousoutilizzando 240 milioni di sacchetti biodegradabili in Mater-Bi® al posto dei 375 milioni in polietilenead alta densità utilizzati nel 2010. Ciò ha contribuito alla crescita di una filiera completamente italiana,dalle materie prime agricole contenute nella bioplastica alla trasformazione in shopper, che nel corso del2011 ha registrato un incremento medio degli occupati del 20 per cento e investimenti in ricerca esviluppo nell’ultimo triennio del 4 per cento annuo.“I valori che sono alla base della cooperazione tra dettaglianti dimostrano la loro validità anche in unperiodo di forti tensioni economiche quale l’attuale”, sostiene Pugliese. “Abbiamo soci e manager chesanno fare squadra attorno ad un’idea, ad un progetto, e che si conquistano quotidianamente, sulcampo, la qualifica di cooperatori e la fiducia dei cittadini. Soci che sanno stare assieme in tempi difficilicome quelli che stiamo vivendo, dove alla perdurante crisi economica si affianca una sempre maggioredifficoltà di accesso al credito. Il nostro impegno prioritario è aggredire la congiuntura economicapromuovendo sviluppo e innovazione. E fare cooperazione, oltre che con i dettaglianti, anche con ipiccoli e medi imprenditori dei prodotti Dop e Igp. Cercheremo di aprire nuovi distributori di carburantie parafarmacie per assicurare possibilità di crescita ai soci e risparmio ai milioni di famiglie che ognisettimana scelgono Conad perché sanno di trovare le migliori risposte alle loro necessità”.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet