Ivass: Unipol/Fonsai e Rc Auto i primi dossier


bologna 15 gennaio -Tra i dossier piu’ caldi che l’Ivass dovra’ subito affrontare dominano quelli legati al riordino del mercato delle polizze auto. Il quadro potrebbe iniziare a delinearsi a breve, visto che, il presidente dell’Ivass, Fabrizio Saccomanni, incontrera’ le compagnie di assicurazione la prossima settimana.Si tratta, scrive Milano Finanza, di una prima ricognizione sul settore che dovra’ essere utile per definire priorita’ e questioni sul tappeto. Non si puo’ infatti negare che gli occhi del mercato sono puntati prima di tutto sull’operazione di fusione tra Unipol e Fondiaria Sai, che dovra’ essere autorizzata dall’Ivass entro i prossimi quattro mesi per consentire l’integrazione entro giugno. Un’altra questione non meno spinosa che l’Ivass dovra’ tentare di risolvere e che e’ arrivata addirittura a coinvolgere i giudici amministrativi e’ quella della scatola nera: una piccola macchinetta da montare all’interno dell’automobile che, almeno nelle intenzioni del governo di Mario Monti, avrebbe risolto grandi problemi contribuendo a ridurre le frodi e consentendo di conseguenza un taglio netto ai prezzi delle polizze vendute in Italia.Finora pero’ non e’ successo niente; il dossier e’ fermo davanti al Tar del Lazio, chiamato a dirimere lo scontro nato nel frattempo tra l’Isvap e l’Ania, perche’ secondo Giannini le compagnie avrebbero dovuto offrire obbligatoriamente polizze che prevedono la scatola nera, con uno sconto rispetto a quelle standard, mentre secondo l’Ania la legge non prevede alcun obbligo e le compagnie devono avere liberta’ di offerta.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet