Ingenium Emilia-Romagna II, apre ad Aster il nuovo info point


BOLOGNA 14 DICEMBRE Ingenium Emilia-Romagna II è il fondo di capitale di rischio sostenuto con il contributo del Por-Fondo europeo di sviluppo regionale 2007-2013. Ha una dotazione finanziaria complessiva di 14 milioni di euro, 7 conferiti dalla Regione Emilia-Romagna e 7 da Zernike Meta Venture spa, soggetto gestore del fondo individuato dalla Regione attraverso gara pubblica. Obiettivo di Ingenium è favorire lo start-up di imprese innovative – in particolare di quelle operanti in settori ad alta tecnologia – e sostenere le strategie di sviluppo e di investimento di imprese esistenti nella direzione dell’innovazione.Da oggi, è attivo nella sede di Aster (via Gobetti 101, Cnr-Area della Ricerca, Bologna) un nuovo info point dove gli interessati possono richiedere informazioni sul fondo e presentare domanda di accesso al soggetto gestore. L’info point rappresenta il primo e per il momento unico sportello informativo sul territorio regionale. Un punto di riferimento, dunque, per le imprese interessate a conoscere meglio il fondo, il cui target sono le imprese innovative che necessitano di un sostegno finanziario per mettere a punto lo studio del progetto in fase iniziale, sviluppare il prodotto e avviarne la commercializzazione. O, ancora, per sostenere la crescita e l’espansione societaria di un’impresa attraverso la realizzazione di un programma di innovazione tecnologica.Possono accedere al fondo piccole e medie imprese, oppure aspiranti imprenditori disponibili a costituire un’impresa al momento dell’ottenimento dell’investimento. Le imprese interessate devono inoltre avere forma giuridica di società di capitali, non essere quotate in borsa e avere la propria localizzazione produttiva in Emilia-Romagna. Il fondo investe in aziende con elevate potenzialità di crescita e con un team imprenditoriale in grado di gestire processi di “accelerazione” dell’azienda.Strategica la scelta di attivare il servizio informativo presso Aster, realtà che rappresenta non solo un punto di riferimento nell’alleanza tra ricerca e impresa ma anche un patrimonio di competenze sulla creazione d’impresa nei settori dell’alta tecnologia e sulla finanza innovativa, temi cruciali per lo sviluppo e la competitività del tessuto economico regionale.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet