OGGI AUMENTO DI CAPITALE UNICREDIT- FONDAZIONI IN CAMPO?


BOLOGNA 14 NOVEMBRE Il Cda di UniCredit esaminerà oggi una proposta di aumento di capitale da 7,5 miliardi di euro, interamente cash.E’ questo l’orientamento emerso dalla riunione del comitato strategico.L’operazione dovrebbe partire subito dopo l’Epifania, probabilmente il 9 gennaio, dopo l’ottenimento della delega dall’assemblea straordinaria che sarà convocata per metà dicembre.La tempistica è subordinata all’andamento dei mercati e c’è tempo fino ad aprile in caso di condizioni sfavorevoli a inizio anno.Mediobanca e BofA-Merrill saranno i global coordinator dell’operazione.Diverse sono le incognite che riguardano la risposta degli azionisti all’aumento di capitale. Da parte delle fondazioni c’è una disponibilità di fondo a sostenere la banca ma gli enti si riservano di dare una valutazione definitiva una volta visionato, oltre ai dettagli dell’aumento, il piano strategico e i conti del terzo trimestre – per cui il consensus indica un utile netto di appena 6 milioni – che saranno annunciati oggi.Da valutare la posizione dei soci libici, che complessivamente hanno il 7,5%. La quota è stata infatti congelata per decisione dell’Unione Europea e dell’Onu, nell’ambito del conflitto che ha portato alla fine del regime di Muhammar Gheddafi.Oggi sarà annunciato anche il piano strategico della banca: un piano “realistico” che proseguirà sulla strada della semplificazione del gruppo, sulla scia di quanto già accaduto con il progetto One4C, varato alcuni anni fa, In particolare il piano vedrà una riduzione di personale fino a 5.000 unità, secondo una fonte. “Non so i numeri ma non saranno licenziamenti ma uscite concordate”, ha spiegato a questo proposito il country manager per l’Italia Gabriele Piccini. “Gestiremo il turnover per quanti hanno maturato la possibilità di uscita senza problemi o traumi”, ha aggiunto.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet