Il Cda di IMA approva i risultati del primo semestre 2012


BOLOGNA 13 AGOSTO Il Consiglio di Amministrazione di IMA S.p.A., leader mondiale nella produzione di macchine automatiche, si è riunito oggi sotto la presidenza di Alberto Vacchi e ha approvato i risultati del Gruppo al 30 giugno 2012.Il Gruppo IMA ha chiuso il primo semestre 2012 con ricavi consolidati a 335,5 milioni di euro, evidenziando una crescita del 20,7% rispetto ai 278 milioni al 30 giugno 2011. In forte crescita anche il margine operativo lordo (EBITDA) salito a 35,3 milioni di euro (22,9 milioni al 30 giugno 2011), l’utile operativo (EBIT) a 26,4 milioni di euro (9 milioni al 30 giugno 2011) e l’utile prima delle imposte a 22,2 milioni di euro (4,5 milioni al 30 giugno 2011). Il portafoglio ordini consolidato ha raggiunto i 401 milioni di euro (391,4 milioni al 30 giugno 2011) grazie alla finalizzazione di numerose trattative nei core business del Gruppo (farmaceutico e food). Gli ottimi risultati conseguiti nel primo semestre sono da attribuire principalmente all’andamento molto favorevole delle vendite verso l’industria farmaceutica e del food e all’incremento della marginalità nelle varie aree di business. Gli eccellenti risultati conseguiti nel primo semestre forniscono un’elevata visibilità sull’anno in corso e ci consentono di prevedere un esercizio in ulteriore crescita rispetto all’anno precedente. Per il 2012 si prevedono ricavi in crescita a oltre 700 milioni di euro (669,2 milioni nel 2011) e un margine operativo lordo (EBITDA) a circa 95 milioni di euro (91,6 milioni nel 2011). Nel commentare i risultati al 30 giugno 2012 Alberto Vacchi, Presidente e Amministratore Delegato di IMA, ha dichiarato: “Siamo molto soddisfatti degli eccellenti risultati conseguiti dal Gruppo nel primo semestre, risultati che acquistano ancora più valore se contestualizzati nell’attuale scenario macroeconomico. Abbiamo chiuso il primo semestre con una forte crescita dei ricavi e degli utili, accompagnata dal rafforzamento delle posizioni competitive del Gruppo in tutti i settori ed aree geografiche in cui opera. Gli ottimi risultati sono stati conseguiti grazie ad un’elevata domanda di macchine e linee complete da parte dell’industria farmaceutica e del food, settore nel quale IMA ha acquisito una posizione di leadership e che presenta buone prospettive di crescita. L’elevata consistenza del portafoglio ordini consolidato al 30 giugno, unitamente al numero di progetti potenziali ed acquisiti nel corso del mese di luglio in ulteriore crescita rispetto all’esercizio precedente, ci porta ad essere fiduciosi sull’andamento del Gruppo nell’esercizio in corso. Se questi segnali troveranno conferma nel prosieguo dell’esercizio e sulla base degli eccellenti risultati conseguiti nei primi sei mesi – ha concluso il Presidente di IMA – riteniamo che le stime per l’intero esercizio siano raggiungibili, evidenziando un incremento sia dei ricavi sia dei margini, con buone prospettive anche per il 2013”.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet