CONFINDUSTRIA ABI E BORSA ITALIANA LANCIANO PROGRAMMA ELITE PER LE PMI BEST IN CLASS


bologna 13 febbraio Borsa Italiana, Abi e Confindustria hanno firmato oggi un’intesa per sostenere concretamente le piccole e medie imprese italiane che parteciperanno al progetto Elite di Borsa Italiana, e che si basa sui singoli accordi gia’ stipulati nel corso degli anni tra le parti. Il progetto Elite e’ uno strumento di potenziamento e training dedicato alle Pmi che desiderano strutturarsi per accedere al mercato dei capitali, facilitandone i processi di patrimonializzazione, crescita e internazionalizzazione necessari per aumentare la competitivita’ e la crescita. Punto di forza dell’intesa siglata oggi, informa una nota, sara’ quello di agevolare le condizioni di accesso al credito, soprattutto individuando alcuni elementi qualitativi che potranno essere considerati nella valutazione del merito creditizio delle societa’ del circuito Elite. Il nuovo accordo offre inoltre ulteriori benefici alle imprese che aderiranno al progetto Elite di Borsa Italiana, grazie all’impegno congiunto con Abi e Confindustria per promuoverne e valorizzarne il percorso di sviluppo. “Siamo convinti che la crescita delle Pmi del nostro Paese richieda uno sforzo sinergico e di sistema – ha commentato Raffaele Jerusalmi, AD di Borsa Italiana- Questo accordo, all’interno del nostro progetto Elite, conferma l’impegno e l’attenzione di Borsa Italiana per lo sviluppo del tessuto imprenditoriale made in Italy e il nostro ruolo di coordinamento e incentivazione di progetti concreti. L’intesa rappresenta un importante strumento per la crescita della cultura finanziaria di tutte quelle societa’ che parteciperanno all’iniziativa Elite”. “In questo momento non facile – ha sottolineato Giovanni Sabatini, Direttore generale dell’Abi – le banche e le imprese stanno mettendo a fattor comune il proprio impegno, lavorando insieme per sostenersi e dare risposte concrete ai problemi del Paese.
 In questo contesto, e’ importante mettere in campo iniziative che favoriscano lo sviluppo culturale e la crescita complessiva della dimensione delle imprese italiane. Il progetto Elite, rafforzando la cultura manageriale delle imprese, l’adozione di sistemi formativi e informativi piu’ trasparenti, puo’ contribuire ad irrobustire le imprese e ad agire positivamente anche nelle relazioni con le banche”. “Il Protocollo che abbiamo firmato oggi – ha dichiarato Vincenzo Boccia, Presidente di Piccola Industria – e’ un importante tassello che completa il quadro delle iniziative avviate con Borsa Italiana e l’Abi che mirano a favorire la crescita delle imprese. Elite prevede un percorso di formazione e fissa obiettivi di trasparenza e governance che faranno emergere le imprese con potenzialita’ di sviluppo, intenzionate ad avviare processi di crescita. Per queste imprese si aprono nuove opportunita’ di finanziamento e anche la possibilita’ di un migliore rapporto con il sistema bancario. La crescita del nostro sistema economico e’ un obiettivo prioritario di Piccola Industria: crediamo che sia una via obbligata per creare valore e per affrontare una competizione sempre piu’ complessa”

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet