UNIONCAMERE ER-Contributi a sostegno della proprietà industriale: un seminario


BOLOGNA 12 LUGLIO Finanziamenti per circa 75 milioni di euro per favorire l’accesso al credito delle imprese. E’ quanto stanziato dal Ministero dello Sviluppo Economico, Direzione Generale per la Lotta alla Contraffazione – UIBM attraverso il Fondo Nazionale per l’Innovazione (FNI), uno strumento per le piccole e medie imprese a supporto della valorizzazione di progetti innovativi basati sullo sfruttamento industriale degli asset di proprietà industriale.Le imprese emiliano-romagnole potranno ricevere informazioni operative, immediatamente fruibili per la presentazione delle domande di finanziamento, nel seminario “Contributi a sostegno della proprietà industriale. Brevetti, marchi, disegni e modelli. Il fondo nazionale per l’innovazione” in programma mercoledì 18 luglio dalle ore 10 alle 13 nella sede di Unioncamere Emilia-Romagna (viale Aldo Moro, 62 a Bologna). Nel corso dell’appuntamento, patrocinato dal Mise, saranno illustrati tutti gli interventi già attivi e quelli che saranno attivati a breve a valere sul Fondo Nazionale per l’Innovazione.Attraverso questo Fondo, il Ministero si pone l’obiettivo di rafforzare la capacità competitiva delle PMI attraverso la valorizzazione economica dei titoli di proprietà industriale – disegni, modelli, brevetti e marchi – per favorire l’introduzione sul mercato di prodotti e servizi innovativi collegati. Soggetti beneficiari sono le PMI che intendono portare sul mercato prodotti innovativi creati sulla base di brevetti o disegni e modelli. Possono accedere ai finanziamenti bancari anche imprese non direttamente titolari di un brevetto o di un disegno, ma che partecipano ad un contratto di rete dedicato alla valorizzazione economica di un brevetto o di un disegno.Il Ministero, attraverso il fondo, mette a disposizione una garanzia che permetterà di favorire la concessione di finanziamenti da parte delle banche selezionate – Mediocredito Italiano del gruppo Intesa Sanpaolo e Unicredit – che potranno essere concessi fino ad un importo massimo di 3 milioni di euro, con durata fino a 10 anni e nessuna garanzia personale o reale sarà richiesta all’impresa. Al termine del seminario (dalle 13,30) sarà possibile effettuare incontri personalizzati previa richiesta, con funzionari di Unicredit e Mediocredito italiano per entrare nel merito delle singole pratiche di finanziamento. Durante l’incontro, a partecipazione gratuita, verrà offerta una panoramica complessiva di tutti gli interventi a sostegno della proprietà industriale anche del sistema camerale. Sono previsti anche un intervento dell’ADI “Associazione per il Disegno Industriale” e la presentazione di un caso aziendale. “Il rafforzamento della capacità innovativa delle imprese, della loro competitività sul mercato nazionale ed internazionale – sottolinea il segretario generale di Unioncamere Emilia-Romagna, Ugo Girardi – passa attraverso l’incentivazione al deposito delle domande di brevetto, l’incremento delle domande e la valorizzazione economica degli asset immateriali, e il sostegno nel migliore impiego dei diritti di disegni e modelli, incentivando l’immissione di nuovi prodotti ad essi collegati nel mercato globale”.Il programma completo è sul sito di Unioncamere ER all’indirizzo www.ucer.camcom.it dove è scaricabile la scheda di partecipazione.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet