da oggi i soci di coop adriatica vanno al voto


bologna 12 aprile Aprono le urne nei supermercati e negli ipercoop di Coop Adriatica in Emilia-Romagna: da oggi, fino a sabato 23 aprile, 630 mila soci di Bologna, Ravenna, Rimini e Forlì-Cesena sono chiamati alle elezioni per il rinnovo degli organi sociali. In tutto, sono un milione e 125 mila i soci che possono votare in 153 punti vendita di Emilia-Romagna, Veneto, Marche e Abruzzo – le quattro regioni in cui opera la Cooperativa – per designare 434 consiglieri e 26 presidenti di Zona, insieme ai 12 presidenti di Distretto che siederanno nel Consiglio di amministrazione in rappresentanza dei consumatori. In Emilia-Romagna, in 80 negozi verranno eletti 257 consiglieri (142 a Bologna e 115 in Romagna), 15 presidenti di Zona (8 a Bologna e 7 in Romagna) e 7 presidenti di Distretto (4 a Bologna e 7 in Romagna).I candidati sono 983 soci Coop – dei quali 540 in regione – che, tra febbraio e marzo, si sono offerti volontariamente per l’incarico, 100 in più delle elezioni di tre anni fa. In lista, molte donne (40%), laureati (32%), giovani (il 14% ha tra i 18 e i 35 anni), lavoratori (63%), pensionati (37%) e stranieri (4,6%): persone “come te” – come recitano i manifesti affissi in tutti i punti vendita – che desiderano portare le proprie idee nella vita di Coop Adriatica, impegnandosi per la solidarietà, l’ambiente, il consumo consapevole e la cultura, in collaborazione con gli enti locali, il mondo dell’associazionismo e del volontariato.L’elenco dei candidati è consultabile sul numero di “Consumatori” di aprile, sui dépliant e i manifesti nei negozi, e su www.adriatica.e-coop.it. Sul sito si possono trovare anche tutte le indicazioni sulle modalità di voto; per informazioni, si può chiamare il numero verde 800.857084 o scrivere una mail a segreteria.elettorale@adriatica.coop.it.Da quest’anno, Coop Adriatica adotterà il nuovo modello di rappresentanza sociale che vuol favorire il radicamento ed ampliare la partecipazione dei soci alle scelte della Cooperativa: salgono a 26 le Zone – 8 a Bologna e provincia, 7 in Romagna, 6 in Veneto, 4 nelle Marche e una in Abruzzo – invece di 14; ogni Zona avrà un presidente e un numero di consiglieri – variabile tra gli 11 e i 25 – in proporzione ai soci rappresentati, chiamati a decidere le attività sul territorio e a condividere scelte e strategie di Coop Adriatica. Le Zone, quindi, vengono raggruppate in 12 Distretti, con altrettanti presidenti – eletti direttamente dai soci – che porteranno la loro voce in Cda. Insieme, presidenti di Zona e di Distretto formeranno un organismo di nuova creazione: il Forum della rappresentanza sociale.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet