BORSA ITALIANA Il progetto ELITE da’ il benvenuto a 33 nuove società – 2 in Emilia Romagna


BOLOGNA 12 OTTOBRE E’ partita a Milano la seconda edizione di ELITE, l’iniziativa di Borsa Italiana rivolta alle piccole e medie imprese di alto profilo che desiderano compiere un salto di qualità rafforzando la propria struttura organizzativa, manageriale e finanziaria.ELITE offre infatti alle aziende selezionate una piattaforma di strumenti e servizi pensata per reperire capitali e cogliere nuove opportunità di visibilità e networking facilitando la crescita e l’avvicinamento culturale delle imprese ai mercati.Durante l’evento di benvenuto a Palazzo Mezzanotte sono state presentate le trentatré nuove società selezionate da un comitato indipendente di valutazione che si aggiungono alle trenta pmi che sono entrate a far parte del progetto ad aprile 2012. Le aziende saranno affiancate in tutto il percorso da un “ELITE team” che farà da punto di riferimento e confronto durante tutto il programma.Le trentatré nuove società ELITE, sono eterogenee per dimensioni, settori di appartenenza e localizzazione geografica ma accomunate da un valido progetto di crescita. Il range di fatturato varia da 14 a 160 milioni con una media di 58 milioni di Euro e con un tasso di crescita medio anno su anno del 24%. Le società selezionate coprono diversi settori tra cui moda, energie rinnovabili, alimentare, farmaceutico, telecomunicazioni, logistica, ICT, editoria, arredamento, diagnostica, entertainment, automotive e aviazione, e sono così distribuite geograficamente: 12 in Lombardia, 3 in Piemonte, 3 in Veneto, 3 in Toscana, 3 nelle Marche, 2 in Friuli Venezia Giulia, 2 in Emilia Romagna, 2 nel Lazio, 1 in Liguria, 1 in Abruzzo, 1 in Campania.Raffaele Jerusalmi, Amministratore Delegato di Borsa Italiana commenta:”Le PMI rappresentano una risorsa fondamentale per la nostra economia, contribuiscono all’innovazione, alla creazione di occupazione, investono nel territorio che le ospita e rendono il nostro Paese dinamico e competitivo. Non sempre però hanno accesso alle competenze, al network e ai capitali necessari per competere in un contesto internazionale sempre più sfidante. Da queste considerazioni è nato il progetto ELITE, che attraverso un percorso mirato e innovativo rappresenta uno strumento per valorizzare le potenzialità delle PMI e creare nuove opportunità di business, mettendo a sistema istituzioni, Partner Equity Markets di Borsa Italiana, private equity e investitori istituzionali”Luca Peyrano, Head of Continental Europe Borsa Italiana aggiunge:“Borsa Italiana è da sempre attivamente impegnata nel mettere a disposizione delle aziende, mercati che consentano l’incontro efficiente tra domanda e offerta di capitali a supporto della crescita dimensionale delle PMI; ma per la prima volta Borsa Italiana offre alle aziende non quotate professionalità, network e capitali di norma accessibili ad aziende quotate, affinché le PMI diventino imprese strutturate, dotate di sistemi manageriali e organizzativi sofisticati in grado di affrontare i grandi mercati internazionali. Le 33 aziende che vengono presentate oggi alla comunità finanziaria e ai media vanno ad aggiungersi alle altre 30 selezionate sei mesi fa e rappresentano ciò che l’Italia può esprimere in termini di eccellenze imprenditoriali, di ambizioni e di leadership”.Partner istituzionali di ELITE sono: MEF (Ministero dell’Economia e delle Finanze), Confindustria, ABI, Bocconi, Academy, SIMEST e Fondo Italiano d’Investimento.Le NUOVE società ammesse alla prima fase di ELITE sono: Angelantoni, Antares Vision, Braccialini, BV Tech, Calzavara, Came, CesanaMedia, Eco Eridania, EMARC, Equilibra, Finefoods, FPZ, Gervasoni, GMM, GSI, Guarniflon, Iacobucci, IMM Hydraulics, IMT, Inglass, Mape, Miniconf, OMET, Pan Urania, SERI Industrial, Sestrieres, Sicurezza e Ambiente, Sogesi, Solar ventures, Sorgent.e, Tuvia, Zeis Excelsa, Zucchetti.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet