Unipol-Fonsai: consorzio garanzia aumenti interviene per circa 457 mln


BOLOGNA 11 SETTEMBRE Le banche dei consorzi di garanzia degli aumenti di capitale di Unipol e Fonsai interverranno per un totale di 457 milioni di euro, rilevando le azioni non sottoscritte nelle due operazioni, che avevano un valore complessivo di circa 2,2 miliardi di euro. Unipol, dal canto suo, sottoscrivera’ azioni di risparmio Fonsai per circa 136 milioni e ha sottoscritto titoli Fonsai nell’ambito dell’aumento per altri 30,9 milioni. Come indica il comunicato di Unipol, “risultano non sottoscritte 86.021.240 azioni ordinarie, pari al 20,34% delle azioni ordinarie di nuova emissione e 90.210.600 azioni privilegiate, pari al 34,64% delle azioni privilegiate di nuova emissione, per un controvalore complessivo pari ad Euro 259.997.815”. Fonsai ha invece reso noto che non sono state sottoscritte “197.740.872 Azioni Ordinarie, pari al 21,57% del totale, per un controvalore complessivo pari ad Euro 197.740.872”. Le 240.609.096 Azioni di Risparmio, pari al 74,78% del totale della categoria offerte, per un controvalore complessivo pari ad Euro 135.944.139,24, non sottoscritte saranno rilevate come previsto da Unipol. La compagnia bolognese ha inoltre reso noto che di aver sottoscritto in data odierna, mediante esercizio dei diritti di opzione acquistati nel corso dell’offerta in Borsa, 30.853.620 azioni ordinarie Fonsai di nuova emissione, per un controvalore complessivo di circa Euro 30,9 milioni. Le banche del consorzio di garanzia sono Barclays Bank Plc, Credit Suisse Securities (Europe) Limited, Deutsche Bank AG (succursale di Londra), Mediobanca S.p.A., Nomura International Plc, UBS Limited e UniCredit Bank AG in qualita’ di Joint Global Coordinators e Joint Bookrunners e da Banca Akros S.p.A., Banca Aletti & CS.p.A., Banca Carige S.p.A. e Centrobanca S.p.A. in qualita’ di Co-lead Managers.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet