Fonsai – Premafin chiedera’ proroga esclusiva con Unipol


bologna 11 luglio-Il consorzio di garanzia per l’aumento di capitale di Fonsai non e’ ancora concluso anche se siamo sulla giusta strada. E’ quanto emerso oggi dalle dichiarazioni di alcuni dei protagonisti della vicenda che, sul lato Premafin vede anche la possibilita’ di una richiesta di proroga dell’esclusiva rivolta a Unipol.”Ci sara’ per forza una proroga, siamo costretti, non possiamo fare altro. Andremo a fine settembre, o addirittura a ottobre”. Cosi’ una fonte finanziaria a margine dell’assemblea di Milano Ass. Tenutasi ieri ha fatto il punto della situazione riferendosi in particolare al contratto di esclusiva che lega Ugf a Premafin e che e’ finalizzato alla fusione a quattro che includera’ anche la Milano e FonSai per dare vita alla cosiddetta “Grande Unipol”.La fonte ha anche aggiunto che il Cda di Premafin si dovrebbe riunire giovedi’ prossimo, “in concomitanza con il verdetto Consob” che dovra’ dare il proprio benestare alla pubblicazione dei prospetti, indispensabile per far partire gli aumenti di capitale. “E’ praticamente pronta la lettera destinata alle banche e a Ugf, per chiedere la proroga”.In merito alle voci su possibili defezioni di alcuni istituti di credito per sostenere l’inoptato dell’aumento di capitale, e’ intervenuto Piergiorgio Peluso, consigliere di Milano Ass., che sempre a margine dell’assemblea ha spiegato che “sappiamo che ci sono alcune banche che stanno ancora facendo le loro valutazioni, ma tutto sta procedendo positivamente. Il consorzio” che sara’ chiamato a sostenere l’aumento di capitale fino a 1,1 miliardi di euro per FonSai “e’ ben instradato”, in vista della partenza dell’operazione di rafforzamento patrimoniale che dovrebbe partire lunedi’ prossimo, 16 luglio.”Noi abbiamo gia’ consegnato il prospetto” alla Consob, ha anche aggiunto Peluso, che a riguardo dello sconto del 24,7% sul Terp stabilito per i titoli FonSai a fronte di un rapporto di opzione di 252 nuove azioni per ogni posseduta, ha aggiunto che “non dovrebbe cambiare nulla, ma faremo il quadro quando tutto sara’ piu’ chiaro”, ha proseguito.Sul tema e’ intervenuto anche l’a.d. Di Unicredit che ha affermato come “siamo in attesa delle decisioni di Consob sul prospetto, vedremo quali saranno. Io non sono presente tutti giorni a discutere per il consorzio ma mi risulta che le cose siano a posto. Io non ho partecipato a discussioni su fees e commissioni, ma mi risulta che siano allineate alla percezione del rischio dell’operazione e soprattutto del rischio Paese. Credo che sia gia’ importante trovare banche estere a rischiare sull’Italia, non e’ semplice”.Nel frattempo, nel pomeriggio di oggi a partire dalle 17h00, tornera’ a radunarsi nella sede di Cormano il Cda di FonSai. “Servira’ a fare il punto sull’intera vicenda”, ha detto Emanuele Erbetta, la speranza resta quella di partire il 16 luglio” con gli aumenti. “Dico ‘speriamo’ perche’ succede sempre qualcosa al fotofinish”.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet