UNIPOL approva la trimestrale


BOLOGNA 11 MAGGIO Il Consiglio di Amministrazione di Unipol GruppoFinanziario, presieduto da Pierluigi Stefanini e riunitosi in data odierna, haapprovato il resoconto intermedio di gestione del Gruppo al 31 marzo 2012.Il primo trimestre dell’esercizio 2012 per il Gruppo Unipol si è conclusopositivamente, sia in termini economici che patrimoniali. Nel periodo in questione ilGruppo Unipol ha registrato un utile netto consolidato pari a 71 milioni di euro(+115% rispetto al risultato raggiunto nel primo trimestre 2011).“Raccogliamo i frutti di un lavoro di lungo respiro, iniziato due anni fa e dedicatoalla rifocalizzazione industriale di Unipol sul suo core business e sui suoi tradizionalimercati di riferimento retail e PMI”, ha affermato l’Amministratore Delegato CarloCimbri. “Si tratta di risultati positivi – in alcuni casi superiori agli obiettivi che cieravamo prefissi – e che sottolineano la capacità del Gruppo di rispettare gliimpegni presi con il Piano Industriale, pur in un contesto economico generale chepermane fortemente instabile”, ha concluso Cimbri.Nel business assicurativo Danni si continuano a registrare gli effetti positivi delrisanamento del portafoglio e la stabilità della raccolta premi diretti, attestatasi a1.075 milioni di euro (+0,7% rispetto al primo trimestre 2011). Anche la raccoltapremi del ramo R.C. Auto è rimasta pressoché stabile (625 milioni di euro, -0,5% rispetto al primo trimestre 2011). In crescita il comparto Non Auto, con premi per450 milioni di euro (+2,3% rispetto al primo trimestre 2011).Positivi i risultati delle Compagnie specializzate del Gruppo: Unisalute, attiva nelsettore Salute, ha raccolto premi per 107 milioni di euro (+11% rispetto al primotrimestre 2011); Linear, operante nel settore dell’assicurazione Auto attraverso ilcanale diretto (telefono/internet), ha raccolto premi per 55 milioni di euro (+14,2%rispetto al primo trimestre 2011).Sul versante della sinistralità è proseguito il miglioramento degli indicatori tecnici.In questo contesto, il Gruppo registra un rapporto sinistri a premi (loss ratio) del71%, in netto calo rispetto al 78,7% del primo trimestre 2011, e un expense ratiodel 22,2% (21,5% nel primo trimestre 2011). Pertanto il combined ratio (lavorodiretto) al 31 marzo 2012 è pari al 93,1% rispetto al 100,3% del primo trimestre2011 e al 95,5% registrato alla chiusura del 2011.In uno scenario di mercato a livello nazionale che, al mese di marzo 2012, ha vistouna riduzione del complessivo volume di affari del 27%2 a causa degli effetti dellacrisi economica, il Gruppo Unipol ha realizzato, al 31 marzo 2012, una raccoltadiretta nel comparto Vita pari a 580 milioni (-9% rispetto al primo trimestre 2011,a perimetro omogeneo).Il volume della nuova produzione, in termini di APE pro quota, è stato pari a 57milioni di euro (-8,8% rispetto al primo trimestre 2011), di cui 47 milioni apportatida Unipol Assicurazioni e 10 milioni dalle compagnie del Gruppo Arca.Nel comparto bancario le linee guida strategico-industriali continuano ad essererivolte alla focalizzazione verso i segmenti retail e small business, che costituisconoi mercati core per il Gruppo Unipol e le sue controllate. Il Gruppo Unipol Banca, inparticolare, ha registrato una raccolta diretta di 9.555 milioni di euro (+2,1%rispetto al dato di fine 2011). Gli impieghi sono scesi a 9.881 milioni di euro (-1,4%rispetto al 2011). In questo modo il gap tra raccolta e impieghi rispetto al 2011 si èquasi dimezzato (-326 milioni di euro rispetto a -670 milioni di euro).Il primo trimestre chiude con un utile netto consolidato di 3 milioni di euro (2milioni nel primo trimestre 2011); il core Tier 1 ratio è cresciuto all’8,4%, rispettoall’8,2% registrato nel 2011.Nel periodo in esame, la gestione finanziaria ha registrato una redditività del4,8%. La consueta attenzione e prudenza nella gestione dei rischi, che caratterizzale politiche di investimento del Gruppo, si è manifestata, tra l’altro, nella riduzionedi circa il 20% dell’esposizione verso i titoli governativi spagnoli.In crescita il patrimonio netto di pertinenza del Gruppo, che al 31 marzo 2012ammonta a 3.560 milioni di euro (3.078 milioni al 31/12/2011), per effetto dellavariazione positiva della riserva AFS per circa 410 milioni di euro e dell’utile diGruppo nel periodo esaminato. Si rafforza la situazione della solvibilità del Gruppo, che al 31 marzo – anteapplicazione dei Regolamenti Isvap “anticrisi” – è stimata in circa 1,5 volte irequisiti regolamentari richiesti (1,25 volte a fine 2011).Tale ratio corrisponde ad un’eccedenza di capitale di oltre un miliardo di euro.Prevedibile evoluzione dell’attività per l’esercizio in corsoPer quanto concerne l’andamento del comparto assicurativo del Gruppo, nel mesedi aprile la raccolta premi del comparto Danni si è mantenuta stabile, mentre èproseguito l’ andamento favorevole della sinistralità.La crisi economica in atto condiziona il comparto Vita – che conferma una riduzionedel volume di affari, peraltro comune all’intero mercato – e il comparto bancario, lacui attività resta concentrata sui segmenti primari per l’azienda. Il Gruppo proseguecon determinazione nelle attività necessarie per la realizzazione degli obiettivi dibudget 2012.Corporate GovernanceIl Consiglio di Amministrazione di Unipol Gruppo Finanziario, ai fini dellasostituzione del Consigliere dimissionario Mario Zucchelli, al quale l’organoamministrativo ha espresso un particolare ringraziamento per il prezioso contributoe l’impegno profuso nel corso dell’incarico, ha nominato per cooptazione ilConsigliere Vincenzo Ferrari (il relativo curriculum vitae è a disposizione presso lasede sociale).Il neo Consigliere Vincenzo Ferrari è stato inoltre nominato membro del Comitato diPresidenza, sempre in sostituzione di Mario Zucchelli.Il Consiglio di Amministrazione, sulla base delle informazioni acquisite, ha espressola propria valutazione positiva in merito alla sussistenza dei requisiti diindipendenza di Vincenzo Ferrari, ai sensi del Codice di Autodisciplina delle societàquotate e dell’articolo 147-ter del Testo Unico della Finanza.Dalle informazioni a disposizione della Società, il Consigliere Vincenzo Ferrari nondetiene alcuna partecipazione nel capitale sociale di Unipol Gruppo Finanziario.Il Consiglio di Amministrazione ha infine confermato nella carica di componente delComitato di Presidenza il Consigliere Adriano Turrini, nominato dall’Assemblea degliAzionisti del 19 marzo 2012, ai sensi dell’art. 2386, primo comma, del codice civile-

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet