accordo Unindustria Bologna – BPER Finanziamenti alle imprese per 40 mln


bologna 1a aprile Un plafond di 40 milioni di euro disponibile fino al 30 settembre 2012 per il sostegno del circolante, dei progetti di ricapitalizzazione aziendale, per nuovi investimenti e per progetti di internazionalizzazione Sono i principali punti dell’accordo che, considerati i buoni risultati ottenuti l’anno scorso, Unindustria Bologna e Banca popolare dell’Emilia Romagna (BPER) hanno deciso di rinnovare: la conferma di un positivo risultato nel sostegno alle imprese associate sul fronte dell’accesso al credito.L’accordo prevede anche lo smobilizzo crediti tramite factoring, l’operatività su finanziamenti in leasing, i mutui assistiti dalla garanzia diretta del Fondo Centrale di Garanzia per le Pmi promosso dal Ministero dell’Economia e delle Finanze e finanziamenti destinati alla realizzazione di impianti fotovoltaici. Sono stati previsti anche finanziamenti per l’approntamento di forniture estere con garanzia SACE.Come sempre, sarà il rating attribuito dalla banca a determinare la fascia di rischio della singola azienda richiedente.«Siamo molto soddisfatti di questo accordo.» ha affermato Maurizio Marchesini, Presidente di Unindustria Bologna «Ci troviamo in una fase economica di transizione particolarmente delicata: fianco a fianco convivono imprese che vedono segnali di ripresa, e che dunque devono essere pronte a coglierne ogni opportunità, ed altre imprese per le quali le difficoltà sono tutt’altro che concluse. Per entrambe, la leva finanziaria costituisce un elemento fondamentale al fine di sviluppare le strategie di sviluppo più appropriate: ecco perchè per noi è estremamente importante trovare punti d’intesa con le più importanti banche del territorio, come è stato nel caso di BPER».«Unindustria prosegue con grande determinazione nel suo impegno per facilitare l’accesso al credito delle aziende associate.» ha ribadito Marchesini «Il rilancio dello sviluppo passa anche dalla capacità del sistema creditizio di comprendere sempre meglio la realtà aziendale, prendendo consapevolezza che dando forza alle imprese si dà forza a tutta l’economia».Soddisfazione è stata espressa dal direttore della Divisione Corporate di BPER, Corrado Savigni: «L’accordo rinnovato oggi conferma la validità della collaborazione da tempo avviata con gli industriali bolognesi. Abbiamo ulteriormente migliorato i contenuti dell’intesa in modo da rispondere al meglio alle reali necessità delle imprese ed essere al loro fianco per cogliere tutte le possibili opportunità di sviluppo. Dalla crescita delle esportazioni giungono i primi segnali di ripresa della nostra economia e abbiamo quindi previsto nuove linee di credito dedicate alle imprese che affrontano la crisi sviluppando i mercati esteri.BPER, anche nel 2010, ha incrementato gli impieghi alla clientela, non facendo mancare il proprio sostegno all’economia dei territori serviti. Auspico che l’accordo formalizzato possa consentirci di lavorare ancora di più e ancora meglio al fianco delle imprese, per supportarle nei processi di una ripresa che ci auguriamo possa consolidarsi e ridare slancio alla nostra economia locale».

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet