ACCORDO CNA CARISBO PER LE IMPRESE CHE LAVORANO SU CIVIS


BOLOGNA 11 GENNAIO Finanziamenti agevolati alle imprese interessate dai cantieri del Civis, per ridurre i loro disagi. E’ questo l’obiettivo dell’accordo siglato tra la Cna di Bologna e Carisbo, per il quale la banca ha stanziato un plafond di 5 milioni di euro.I beneficiari di questo accordo sono gli associati a Cna Bologna la cui attività è limitrofa al passaggio del Civis. Dunque non solo le aziende che hanno la sede operativa sulla direttrice Via Mazzini-Via Emilia Levante, zona in cui proprio in questi giorni partiranno i lavori di adeguamento per il percorso del Civis. L’accordo è rivolto a tutte le imprese bolognesi e dell’hinterland vicine all’intero tracciato del tram su gomma.Le caratteristiche del finanziamento prevedono un importo massimo di 50.000 euro. La durata è di 36 mesi a tasso fisso, di 60 mesi se variabile. Il finanziamento può essere ottenuto sotto forma di fido in conto corrente o di prestito chirografario a rate trimestrali. I tassi vanno dal 3% al 4.50% in relazione al rating se fissi, se variabili prevedono uno spread di 1.50% sull’euribor 3 mesi.“La Cna – spiega Massimo Ferrante, Direttore di Cna Bologna – vuole sostenere le imprese che potrebbero subire un calo di clienti e di fatturato a causa dei cantieri del Civis. Cna ha valutato l’impatto dei lavori del Civis nella zona di via Irnerio, il calo di fatturato delle imprese è arrivato anche a punte dell’80% durante i mesi dei cantieri. Oltre a questa iniziativa con Carisbo, Cna ribadisce la richiesta al Comune di riconoscere alle imprese un risarcimento sotto forma di incentivazione fiscale, di applicare la delibera eistente e quindi di riconoscere un abbattimento delle tasse locali”.“Carisbo mette a disposizione nuove risorse finanziarie – spiega Giuseppe Pallotta, direttore generale della banca – per permettere agli imprenditori di affrontare serenamente le criticità legate ai lavori, in un momento particolarmente difficile per la nostra economia. E’ un ulteriore segnale dell’attenzione che Carisbo rivolge alla realtà produttiva del nostro territorio, nello sforzo comune di rilancio per l’auspicata ripresa del ciclo economico.”La Cna apprezza l’orientamento della Camera di Commercio di stanziare un contributo per l’abbattimento degli interessi alle imprese coinvolte dai disagi causati dai cantieri del Civis. Una volta operativo, questo contributo potrà rendere migliori le condizioni di accesso al credito per queste imprese.Per ogni ulteriore informazione e per eventuali richieste di finanziamento, le aziende possono rivolgersi a Serfina, la società di consulenza finanziaria di Cna Bologna, tel. 051-370.107, serfina@bo.cna.it, e presso tutte le filiali Carisbo di Bologna e provincia.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet