Unipol: Stafanini, soddisfatti dei risultati in contesto difficile ma S&P abbassa il rating


BOLOGNA 10 AGOSTO “Prendiamo atto con soddisfazione del lavoro svolto da Unipol in un contesto generale di difficolta’”.Lo ha dichiarato il presidente della compagnia assicurativa bolognese, Pierluigi Stefanini, durante la conference call di commento ai risultati del 1* semestre 2012, precisando di essere soddisfatto di quello che l’a.d. Carlo Cimbri e tutto lo staff “hanno saputo fare mentre c’era l’impegno anche su altri fronti (l’operazione di integrazione con Premafin, FonSai e Milano Ass., ndr)”.Pertanto Stefanini guarda “con fiducia a una conclusione positiva del 2012”. MA S&P ABBASSA IL RATINGl’agenzia di rating Standard & Poor’s ha abbassato il long-term counterparty credit and financial strength rating di Unipol Assicurazioni da “BBB+” a “BBB”. Di conseguenza, il longterm counterparty credit rating di Unipol Gruppo Finanziario è passato da “BBB-” a “BB+”.L’agenzia di rating ha inoltre mantenuto lo status di “credit watch with negativeimplications” dei suddetti rating.L’azione è avvenuta a conclusione del periodo di tre mesi entro cui il credit watch annunciato da Standard & Poor’s in data 3 maggio 2012 doveva essere rivisto, a seguito dell’acquisizione del controllo del Gruppo Premafin – Fondiaria SAI.Con riferimento a Unipol Banca, Standard & Poor’s ha mantenuto il long-termcounterparty credit rating a “BB” e lo status di tale rating in “Credit Watch withnegative implications”, in linea con quanto disposto per i rating di UnipolAssicurazioni e Unipol Gruppo Finanziario. Lo short-term rating di Unipol Banca è stato confermato a “B”.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet