Yoox: ricavi netti prel 2010 salgono a 214,3 mln (+40,8% a/a)


BOLOGNA 10/2/2011 Il Cda di Yoox ha preso visione dei risultati preliminari di Yoox nel 2010. La societa’ ha conseguito ricavi netti consolidati, al netto dei resi sulle vendite e degli sconti concessi ai clienti, pari a 214,3 mln euro, in crescita del 40,8% rispetto ai 152,2 mln di fine 2009 (+38,1% a tassi di cambio costanti). In particolare, si legge in una nota, la linea di business Multi-Marca, che comprende le attivita’ dei negozi online yoox.com e thecorner.com, registra ricavi netti consolidati pari a 163,7 mln, con un incremento del 31,8% rispetto ai 124,2 mln a fine 2009. Tale andamento e’ legato ai risultati positivi di entrambi i negozi online. Complessivamente, al 31 dicembre 2010, la linea di business Multi-Marca rappresenta il 76,4% dei ricavi netti consolidati del gruppo. La linea di business Mono-Marca comprende le attivita’ di progettazione, realizzazione e gestione degli Online Store di alcuni dei principali brand della moda a livello globale. I prodotti disponibili negli Online Store sono venduti e fatturati direttamente da YOOX al cliente finale. Questa linea di business ha registrato ricavi netti consolidati pari a 50,6 mln, con un incremento dell’80,5% rispetto ai 28,1 mln al 31 dicembre 2009. La crescita della linea Mono-Marca e’ riconducibile sia alla buona performance dei 16 Online Store, gia’ attivi prima dell’esercizio in esame, sia ai 7 nuovi negozi online lanciati nel corso del 2010: coccinelle.com, giuseppezanottidesign.com, napapijri.com, albertaferretti.com, zeishouse.com e nel quarto trimestre 2010, maisonmartinmargiela.com e zegna.com. A questi si deve aggiungere, a partire dal 26 novembre 2010, l’Online Store di Emporio Armani in Cina. Complessivamente, al 31 dicembre 2010, la linea di business Mono-Marca rappresenta il 23,6% dei ricavi netti consolidati del gruppo e conta 23 Online Stores.Tutti i principali mercati di riferimento del gruppo registrano performance positive rispetto al 2009, confermando una crescita bilanciata del fatturato nei diversi mercati, con un peso sempre crescente dello sviluppo internazionale. In particolare, il mercato italiano si riconferma il primo Paese con un fatturato di 49,2 mln, in crescita del 23,8% rispetto all’anno precedente e il resto d’Europa registra una crescita del 38,4%. I principali Paesi che concorrono al fatturato del gruppo in Europa nel 2010, oltre all’Italia, sono Francia, Germania ed Inghilterra, tutti in crescita rispetto all’esercizio 2009. Prosegue la penetrazione anche negli altri Paesi europei, che registrano ottime performance di crescita, tra cui la Russia, che sta beneficiando della strategia di localizzazione implementata nel terzo trimestre del 2010. Positive anche le performance nel Nord America, con una crescita del 64,0% rispetto all’esercizio 2009 (55,9% a tassi di cambio costanti) e del mercato giapponese, che registra una crescita del 51,8% rispetto all’esercizio 2009 (35,4% a tassi di cambio costanti). Prosegue inoltre la crescita negli Altri Paesi, ai quali, a partire da fine novembre 2010, si e’ aggiunto anche il mercato cinese con la linea di business Mono-Marca.In esecuzione del Regolamento del Piano di Stock Option 2009 – 2014, approvato lo scorso 11 marzo 2010, il Cda di Yoox ha deliberato l’assegnazione di 1.926 opzioni a 1 beneficiario, valide per la sottoscrizione di 100.152 azioni ordinarie complessive (nel rapporto di 52 nuove azioni per ogni opzione esercitata) ad un prezzo di sottoscrizione per ogni singola azione pari a 9,41 euro, corrispondente alla media ponderata dei prezzi registrati dalle azioni ordinarie Yoox sul Mercato Telematico Azionario nei 30 giorni di Borsa aperta precedenti la data di assegnazione delle opzioni.Il Cda ha infine stabilito che l’esercizio delle opzioni sia subordinato al raggiungimento del livello di Ebitda previsto nel budget di riferimento approvato dal Cda, come risultante dal bilancio consolidato di Yoox. L’assegnazione delle opzioni e’ stata deliberata su proposta del comitato per la remunerazione che ha altresi’ determinato l’ammontare delle opzioni da attribuire al beneficiario.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet