i nove mesi di best union company


bologna 10 novembre Il Consiglio di Amministrazione di Best Union Company S.p.A., riunitosioggi, ha preso visione ed approvato il Resoconto Intermedio della Gestione al 30 settembre 2011.Il Gruppo ha registrato Ricavi Consolidati nei nove mesi del 2011 pari a 21.122 mila Euro, in aumentodel 10,9% rispetto ai 19.043 mila Euro dello stesso periodo dell’anno precedente, prevalentemente perl’ampliamento dell’area di consolidamento conseguente alle acquisizioni di Amit nel secondo semestre2010, Teleart e Charta nel secondo trimestre 2011 e per l’aumento considerevole (+148%) dei ricavidella controllata HB Communication S.r.l. Al contrario, le società del gruppo impegnateprevalentemente nel business fieristico (Team 2015 e Fair Service) hanno registrato una significativacontrazione dell’attività anche per effetto della diversa programmazione di alcuni eventi, posticipati alsecondo semestre dell’anno in corso.Nel terzo trimestre dell’anno sono proseguite le attività commerciali tese ad acquisire nuove commesseper la fornitura di sistemi di ticketing e controllo accessi. Tra i nuovi clienti in Italia si segnalano, ilPalazzo dei Congressi di Rimini, il Museo Nazionale della Scienza e della Tecnica di Milano (progettoparticolarmente significativo perché basato su un software di nuova generazione), la Fondazione delMaggio Fiorentino. All’estero, si segnalano invece le forniture dei sistemi di biglietteria online per dueimportanti mostre commemorative: quella dedicata ad Alexander McQueen al Metropolitan Museumof Art (classificata tra le 10 esposizioni più visitate di sempre al Met) e quella itinerante dedicata adElizabeth Taylor. Sono stati altresì conclusi accordi che produrranno risultati a partire dal prossimotrimestre, tra cui Il rinnovo di contratti con importanti clienti nel mondo del calcio a seguito dell’iniziodella stagione 2011-2012 e l’acquisizione del sistema di biglietteria e prevendita per la mostra delleopere di Cezanne che è iniziata il 22 ottobre 2011 a Palazzo Reale, a Milano e terminerà il 26 febbraio2012. Tutto questo si aggiunge ai risultati delle azioni significative già avviate nel primo e nel secondotrimestre e cioè principalmente la realizzazione degli impianti dei parchi di divertimento ed a tema diRainbow Magicland di Valmontone (RM), Miragica (Molfetta), Gardaland Water Park di Milano e SeaLifedi Jesolo, l’apertura di nuovi ingressi nel parco a tema aperto nel 2010 a Hong Kong, la realizzazionedei servizi di biglietteria e controllo accessi dell’Edimburgh Zoo e del sito archeologico di Stonehenge inUK e la realizzazione, da parte di HB Communication, dell’evento internazionale di presentazione,quale pilota ufficiale della Ducati, di Valentino Rossi.L’EBITDA del Gruppo è pari a 1.115 mila Euro contro 1.326 mila Euro semestre dei primi nove mesi 2010ed evidenzia una riduzione consistente. In termini percentuali il dato si attesta al 5,3% dei ricavi, controil 7,0% registrato nello stesso periodo del 2010. Sull’EBITDA dell’anno in corso grava principalmente unadiversa allocazione dei progetti e degli eventi dell’anno, con maggiore concentrazione degli stessisull’ultimo trimestre, con particolare riferimento al settore fieristico.L’EBIT del Gruppo al 30 settembre 2011, è negativo per 199 mila Euro (era negativo per 516 mila Euro al30 settembre 2010). L’Ebit si riduce per effetto congiunto dell’aumentato impatto delle quote diammortamento delle neo acquisite Teleart S.r.l. e Charta S.r.l. e per la riduzione dell’Ebitda.Il Gruppo ha registrato al 30 settembre 2011 una Posizione Finanziaria Netta passiva per 1.607 milaEuro. Rispetto al saldo del 31 dicembre 2010 (positivo per 585 mila Euro) il peggioramento è ascrivibileagli effetti delle operazioni di acquisizione di Teleart SrL e di Charta SrL di cui si forniscono, più sotto,alcuni dettagli. È comunque opportuno ricordare che la posizione finanziaria netta, dopo ilpeggioramento occorso nel secondo trimestre, è in deciso miglioramento nel terzo trimestre rispetto alsaldo passivo di 2.636 mila euro registrato al 30 giugno 2011, a motivo di una costante attenzione alladinamica degli incassi da clienti.In data 1 aprile 2011, Best Union Company Spa ha acquisito il 55% delle quote di Teleart S.r.l., societàleader in Italia nell’ambito delle prenotazioni museali tramite call e contact center, con oltre 40 museiitaliani e più di 1000 esposizioni temporanee serviti attraverso 60 punti vendita. La società èspecializzata nel fornire ai propri clienti sia servizi di comunicazione e prenotazione sia soluzionitecnologiche nella vendita dei biglietti e nel controllo degli accessi. In data 13 aprile 2011, Best UnionCompany S.p.A. ha finalizzato l’acquisizione del 100% di Charta S.r.l., società operante sia nella venditaon-line e off-line di biglietti sia nella gestione del controllo accessi e di tutti i servizi relativi all’eventmanagement, soprattutto per eventi culturali. Charta S.r.l. è il quarto player in Italia per ricavi nelmercato del ticketing nonché il leader nel retail ticketing per eventi legati alla cultura. La societàgestisce il secondo sito web (www.vivaticket.it) per numero di accessi nel ticketing in Italia ed unnetwork di 500 punti vendita.Tra i fatti avvenuti dopo il 30 settembre 2011, quello più rilevante è certamente la certificazione dellaconformità del software BOS alla normativa fiscale in materia di emissione e vendita di biglietti pereventi di sport e spettacolo, ottenuta dalla Agenzia delle Entrate. Si tratta di una circostanza moltorilevante nella prospettiva dello sviluppo futuro del business, oltre che di un importante riconoscimentoalla competenza tecnica delle risorse dl Gruppo dedicate allo sviluppo di prodotto. Inoltre, dagli inizi dinovembre è on line la nuova release del corporate website di Best Union, completa rinnovato neicontenuti e nella veste grafica per una maggiore e più agevole fruizione da parte degli utenti.Per ciò che riguarda l’andamento prevedibile della gestione nel prosieguo dell’anno in corso, il Gruppoprosegue nella sua strategia di crescita, illustrata nel Piano Industriale di Gruppo per il triennio 2011-2013 presentato alla comunità finanziaria il 14 aprile 2011 a Milano presso la sede di Borsa Italiana SpA,le cui principali linee guida consistono nella integrazione di diverse aree di business finalizzata all’offertadi nuovi servizi alla clientela finale, nel recupero della marginalità e razionalizzazione dei costi in tutte lesocietà del Gruppo, nella integrazione delle società acquisite nell’ ultimo periodo e nello sfruttamentodelle sinergie che ne possono derivare, nell’ampliamento delle quote di mercato nei settori fiere ecultura in Italia, nei parchi divertimento all’estero e nell’espansione internazionale con ingresso in paesie in aree con forte crescita della domanda di entertainment, tra cui il Brasile e il Far East. Peraltro,l’attuale difficile situazione economica e finanziaria causa un rallentamento della domanda su molti deimercati in cui il Gruppo opera, rendendo complesso il raggiungimento degli obiettivi prefissati sia intermini di ricavi sia di EBITDA. Nell’ultimo trimestre dell’anno in corso, Il Gruppo continuerà comunquela sua attività commerciale con la partecipazione a numerosi bandi per la fornitura e gestione deisistemi di biglietteria per i quali può vantare requisiti tecnici ampia esperienza. Inoltre, la congiunturasfavorevole a livello globale impone una sempre crescente attenzione ai costi, a cui il Gruppo uno già datempo si sta dedicando in coerenza con le azioni e gli obiettivi del piano strategico. Le iniziative sulfronte della riduzione dei costi orientate a ridurre il livello di break even e di conseguenza migliorare,nel lungo termine, le performance reddituali sono destinate a continuare e ad intensificarsi nelprossimo futuro.“I risultati dei primi tre trimestri del 2011 non ci soddisfano in termini di redditività – ha commentatoLuca Montebugnoli, Presidente e Amministratore Delegato di Best Union Company S.p.A. – ma siamocoscienti del fatto che il Gruppo si sta muovendo in un ambiente molto difficile a livello globale. Perquesto motivo ci stiamo dedicando, oltre che a sviluppare le opportunità offerte dal mercato, anche arendere efficace la struttura sul fronte dei costi e sul fronte della qualità del prodotto. Siamo certi chequesti sforzi ci premieranno nel medio e lungo periodo. Per questo continuiamo il nostro percorso conragionevole ottimismo”.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet