Unicredit: Ghizzoni, non ci aspettavamo calo titolo di questa entita’


bologna 10 gennaio Alle preoccupazioni di Carimonte Holdinh , della Fondazione Manodori e di molti grandi azionisti privati emiliano romagnoli di Unicredit (Maramotti, Bertazzoni e altri) ha cercato di dare risposte l’Ad Ghizzoni.- “Non ci aspettavamo un calo del titolo in Borsa di questa entita’, che va al di la’ della flessione fisiologica attesa, dovuto a fattori tecnici e a fattori di carattere piu’ generale. Ma questo non tocca la bonta’ dell’operazione”. Con queste parole Federico Ghizzoni, ceo di Unicredit, si e’ rivolto in collegamento ai 60mila dipendenti italiani dell’istituto per spiegare l’operazione di ricapitalizzazione da 7,5 miliardi iniziata oggi. Nell’intervento il manager sottolinea che, nonostante i forti ribassi in Piazza Affari (-54% dal giorno del prezzo di emissione delle azioni), l’aumento di capitale e’ per Unicredit “una scelta estremamente importante, una decisione anche sofferta, perche’ cade in un momento molto critico per il sistema economico e finanziario internazionale, ma indispensabile per la banca”.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet