FonSai/Unipol: Cimbri, non servono altre autorizzazioni a fusione


bologna 1 agosto Il lungo iter autorizzativo per la fusione tra Unipol e
l’ex galassia Premafin e’ concluso. 

Lo ha spiegato l’a.d. di Unipol e FonSai, Carlo Cimbri, a margine
dell’assemblea degli azionisti di FonSai. “Il punto fermo era
l’autorizzazione da parte dell’Ivass, che e’ arrivata e che e’ stata
rilasciata” una volta “sentite tutte le altre Authority”.

”Autorizzazione Ivass significa che le compagnie, nei tempi che
riterranno, convocheranno le rispettive assemblee straordinarie – direi
tra fine settembre e inizio ottobre – per proporre la fusione”, ha detto
ancora Cimbri. Tra queste, sara’ chiamata ad esprimersi anche l’assemblea
degli azionisti di risparmio di Milano Ass.. Qualora i soci della Milano
dovessero esprimersi contro le nozze tra i due gruppi, il perimetro della
fusione si ridurra’ e includera’ esclusivamente FonSai, Unipol e Premafin.
In questo caso “Milano Assicurazioni restera’ comunque quotata”, ha
concluso Cimbri.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet