Blitz antidroga della squadra mobile di Rimini: 18 arresti


BOLOGNA, 16 FEB – Diciotto persone di nazionalità italiana sono state arrestate dalla polizia nell’ambito dell’operazione ‘Taxi’, indiziati di detenzione di ingenti quantitativi di cocaina e hascisc. L’operazione è stata coordinata dalla squadra mobile di Rimini e ha coinvolto quelle di Milano, Ancona e Pesaro, città dove sono avvenute le catture, con l’ausilio del Nucleo prevenzione crimine di Bologna, del reparto cinofili e di un elicottero. In manette sono finiti Marco Angelini, 35 anni, Cosimo Mastrogiovanni, 39, Egisto Baldini, 40, Francesco Quieti, 37, Matteo Renzi, 38, Maurizio Corti, 38, Grazia Monittola, 37, Daniele Solleciti, 52, Simone Ucchielli, 28, Gilberto Santini, 38, Alan Bovolotto, 34, Daniele Gatti, 37, Andrea Bianchi, 35, Marco Lucarelli, 38, Daniel Marinelli, 53, Paolo Lorenzi, 38, Gianluca Barletta, 38, e Luca Gubbino, 29.Tra i 18 arrestati dell’operazione ‘Taxi’ c’è anche un brigadiere dei carabinieri, in servizio nella stazione di Castelbolognese (Ravenna), ma residente a Misano Adriatico, nel Riminese. Si tratta di Cosimo Mastrogiovanni, 39 anni, finito in manette insieme alla moglie Grazia Minottola, di 37. E’ accusato di traffico di sostanze stupefacenti: secondo l’accusa, a quanto si è appreso, era parte attiva dell’organizzazione, per conto della quale avrebbe trasportato stupefacenti da Milano a Rimini, approfittando anche del suo profilo di militare dell’Arma. Sembra che debba rispondere anche di detenzione di droga.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet