Biotestamento, la raccolta firme ‘vola’ a Bologna


BOLOGNA, 25 OTT 2009 – "Siamo a quota 1495 firme, circa il 75% delle 2000 necessarie". Sono le parole di Maurizio Cecconi, portavoce di Rete Laica. Dopo la rilevazione delle 17 di oggi, la raccolta firme di Rete Laica per la delibera popolare sull’istituzione di un registro dei testamenti biologici presso l’anagrafe del Comune di Bologna sembra proprio destinata a risolversi in un grande successo. Per depositare la delibera sono necessarie 2000 firme: secondo Cecconi ieri alle 17, dopo sette ore di banchetti e a due ore dalla chiusura della prima giornata di raccolta, erano state segnate 609 sottoscrizioni. "Il trenta per cento di quelle necessarie – ha fatto notare ieri sera Cecconi – Adesso speriamo di chiudere domani sera (stasera, ndr) il primo round di banchetti con una bella sorpresa". E oggi, infatti, i numeri sono ancora maggiori: 886 firme raccolte, che portano il totale vicino a quota 1.500.Il successo sembra sempre più vicino, anche grazie ai banchetti montati a fianco di alcune sezioni cittadine del Pd, impegnate oggi nelle operazioni di voto per le primarie. Un’iniziativa che ha raccolto il sostegno di una buona parte degli elettori democratici, che hanno ‘bissato’ la fila al seggio per sostenere l’iniziativa di Rete Laica.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet