Bilancio Unipol a segno più


Solvibilità patrimoniale, l’incremento del 25% delle polizze rateizzate e quello del 10% delle assicurazioni per vita e salute. Sono tre degli obiettivi principali che il gruppo Unipol conta di raggiungere con il piano triennale di sostenibilità 2013-2015. Le linee guida del documento sonno state presentate ieri pomeriggio all’auditorium Unipol di Bologna dal presidente Pierluigi Stefanini, nell’ambito di un incontro cui hanno preso parte il sindaco Merola, il segretario regionale Cgil Colla e l’amministratore delegato Dallara Pontremoli. “Sviluppare con più più convinzione il ruolo sociale dell’attività assicurativa – ha detto Stefanini – è il nostro impegno per il futuro”. Il gruppo unipol ha chiuso il 2013 con risultati molto significativi, attestandosi come primo in italia nel ramo danni e secondo nella raccolta premi. “Abbiamo salvaguardato una realtà in difficoltà come Fondiaria-Sai – ha sottolineato il Presidente – crescendo sul mercato e creando le condizioni per un soggetto economico primario. Il percorso compiuto – ha concluso – ci ha visto ottenere importanti risultati sia sul piano patrimoniale che industriale”. Stefanini ha anche accennato alle indagini della magistratura che coinvolgono l’amministratore delegato Carlo Cimbri dicendosi “certo della solidità, e onestà del gruppo” e ribadendo piena fiducia nei confronti dell’ad e dei suoi collaboratori.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet