Bilancio positivo per Futurpera


Un bilancio sicuramente positivo quello della seconda edizione di Futurpera, il primo e unico evento fieristico al mondo dedicato alla valorizzazione della pera, tenutosi a Ferrara, dal 17 al 19 novembre 2017.

E’ quanto emerge dalla Conferenza Stampa dell’8 febbraio nello stand ITALY, gestito da CSO, con numeri che parlano chiaro. Un netto 30% in più sia in termini di presenze che di aziende, rispetto alla passata edizione, buona l’affluenza con oltre 10.000 visitatori che hanno potuto incontrare circa 120 espositori qualificati e specializzati in tutti i comparti della filiera pericola e provenienti non solo dall’Italia, ma anche da altri paesi europei, in particolare Olanda e Germania.

Ricco il programma convegnistico, con 2 giorni dedicati al World Pear Forum, un convegno organizzato in collaborazione con CSO Italy che ha visto la partecipazione dei più grandi esperti del settore e incentrato su due grandi temi. Il primo, di contenuto tecnico, come momento di confronto tra figure di primo piano a livello internazionale sulle tecniche più idonee per aumentare la produttività dei frutteti al fine di garantire redditività ai produttori; il secondo più di stampo commerciale ha messo a fuoco le dinamiche relative alla commercializzazione delle pere per promuoverne il consumo. Il Convegno ha attirato la presenza di oltre 3.000 fra agricoltori ed esperti del settore.

Accanto al World Pear Forum, altri 20 importanti appuntamenti tecnici organizzati dalle stesse aziende espositrici, hanno arricchito e approfondito diverse tematiche.

Futurpera 2017 ha visto anche una significativa presenza di buyers provenienti oltre che dall’Italia anche da Germania, Spagna, Arabia Saudita, Qatar, Kuwait, Dubai, Bahrein, Sud Africa, Cile.

Non vanno trascurate inoltre le molte iniziative enogastronomiche e culturali che hanno accompagnato questi tre giorni di Fiera, anche al di fuori dei padiglioni stessi.

Interessantissima è stata la giornata tecnica in campo, organizzata in collaborazione con la Fondazione F.lli Navarra, che ha visto il giorno prima dell’apertura della manifestazione, la presenza di tecnici specializzati in campo che hanno potuto confrontarsi con le più moderne tecniche di coltivazione.

L’evento, con una forte connotazione tecnica e commerciale, sta diventando il punto di riferimento per gli operatori del settore pericolo che trovano, in un unico momento, e più importanti aziende rappresentative dell’intera filiera, un’offerta convegnistica d’eccellenza per aggiornarsi sulle ultime novità del settore e la possibilità di incontro e scambio privilegiati con altri operatori.

Futurpera dà così appuntamento per la terza edizione che si terrà a Ferrara, il 29 e 30 novembre 2019

Riproduzione riservata © 2018 viaEmilianet