Il bilancio Marr a segno più


Il Consiglio di Amministrazione di MARR S.p.A., società del gruppo Cremonini, leader in Italia nella commercializzazione e distribuzione di prodotti alimentari al foodservice, ha approvato in data odierna la relazione finanziaria semestrale al 30 giugno 2014. I ricavi totali del primo semestre sono stati pari a 682,3 milioni di Euro, con un incremento di 50,3 milioni (+8,0%) rispetto ai 632,0 milioni di Euro del 2013. In crescita anche la redditività operativa, con EBITDA a 45,9 milioni di Euro (+10,7% rispetto ai 41,5 milioni del 2013) ed EBIT a 38,8 milioni (+9,3% rispetto ai 35,5 milioni del 2013). Il risultato netto consolidato dei primi sei mesi è stato di 22,4 milioni, +10,6% rispetto ai 20,3 milioni del pari periodo del 2013. Il capitale circolante netto commerciale al 30 giugno 2014 è stato pari a 233,3 milioni di Euro rispetto ai 249,4 milioni del 31 marzo 2014 e ai 221,8 milioni del 30 giugno 2013. L’indebitamento finanziario netto si è attestato a 200,2 milioni di Euro rispetto ai 206,7 milioni del 31 marzo scorso e ai 186,4 milioni del 30 giugno 2013. Il patrimonio netto consolidato al 30 giugno 2014 è stato di 226,2 milioni di Euro rispetto ai 210,9 milioni del 30 giugno 2013. l mercato della Ristorazione Fuori Casa nella prima parte dell’anno ha evidenziato un tendenziale miglioramento e stando anche ai più recenti dati di Confcommercio (luglio 2014), nel complesso nei primi 5 mesi dell’anno i consumi per “Alberghi, pasti e consumazioni fuori casa” sono rimasti pressoché stabili, facendo registrare nel mese di maggio un incremento del +1,4% a valore e del +0,1% in quantità. Il contesto di mercato presenta però ancora elementi di instabilità, come evidenziato anche dalla recente indagine di Federalberghi (luglio 2014) secondo la quale a giugno le presenze alberghiere degli Italiani hanno fatto registrare un calo dello 0,3% dopo aprile e maggio positivi.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet