Bene il turismo, grazie agli stranieri


Bene anche per il 2013 l’andamento del turismo a Bologna, che registra risultati positivi: in città si sono registrati un milione e 58.875 arrivi (+9,01% rispetto al 2012) e due milioni e 145.429 presenze, cioè pernottamenti (+5,34%), con una presenza media che conferma i due giorni dell’anno precedente. I turisti stranieri hanno garantito il 45,06% degli arrivi (+3,67%) ed il 48,17% delle presenze (+3,47%). A livello provinciale, invece, gli arrivi (un milione e 632.777) sono in crescita dell’1,66% rispetto al 2012, ma le presenze (tre milioni e 329.054) sono in calo del 2,95%. Anche in questo caso crescono gli stranieri: 41,52% degli arrivi (+4,49%) e 42,41% delle presenze (4,32%). Ampliando la prospettiva, dal 2009 il territorio provinciale ha fatto segnare un +13,41% sugli arrivi ed un +9,57% sulle presenze. Sono i dati forniti oggi dall’assessore provinciale al Turismo, Graziano Prantoni, affiancato dall’assessore comunale Matteo Lepore, da quello regionale Maurizio Melucci e da Liviana Zanetti, presidente dell’Atp Emilia-Romagna. Per quanto riguarda la capacità di accogliere i turisti, a fine 2013 a livello provinciale si registravano 1.623 esercizi ricettivi (+7,48%), 19.579 camere (+2,75%) e 38.406 posti letto (+4,51%). Parlando sempre dell’intera provincia, in cima ai Paesi di provenienza si conferma la Germania (+3,39% arrivi e -1,44% presenze), ma a farsi notare è il balzo della Cina dall’ottavo al secondo posto: +85,51% arrivi e 72,62% presenze. Per Bologna città, invece, si segnala il passaggio dal terzo al primo posto degli Stati Uniti: +17,50% arrivi e +18,99% presenze. Scalzata la Spagna, che scende al secondo posto ma fa comunque registrare un +6,28% negli arrivi ed un +1,45% nelle presenze.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet