Baxter investe sul sito produttivo di Medolla


All’arrivo degli americani, nel dicembre del 2012, per comprare a pochi mesi dal sisma lo stabilimento di Medolla della Gambro, tra i circa 700 dipendenti c’era allora parecchia apprensione. Oggi Baxter, multinazionale del biomedicale con sede a Chicago e con 10,5 miliardi di dollari di fatturato, è pronta a investire sul sito emiliano trasformandolo nel centro d’eccellenza europeo trasferendo qui anche la produzione di Lund, Svezia ex sede di Gambro. Un progetto annunciato oggi con il piano industriale 2020. L’obiettivo è riconvertire qui alcune attività per incrementare il personale. Un piano, si spiega, già illustrato ai sindacati, che prevede la creazione di un centro di eccellenza mondiale per la produzione di dispositivi medici per le terapie renali, tecnologicamente avanzati. Il progetto prevede di concentrare nel sito di Medolla la produzione di macchine per dialisi cronica, macchine per dialisi acuta e disposable (dry cart).
Il piano prevede inoltre una riorganizzazione a livello globale del settore ricerca e sviluppo in linea con le divisioni di Business.

Riproduzione riservata © 2018 viaEmilianet