“Basta con le parole, è tempo di fatti”


© TelereggioREGGIO EMILIA, 13 AGO. 2012 – "C’è bisogno di liquidità per pagare imprese e fornitori, o non sapremo che fine farà l’Italia". Così Ivan Malavasi, reggiano e presidente nazionale della Cna, commenta l’allarme lanciato dalla banca centrale Europea: le imprese del nostro Paese sono a rischio d’insolvenza.  Gli associati di Cna sono 850mila, tra impenditori ed ex imprenditori. Proprietario della Mabo di Correggio che opera nella meccanica di precisione, Malavasi gira l’Italia da Nord a Sud e raccoglie quotidianamente il malcontento e l’esasperazione dei lavoratori, ma anche – dice – la loro voglia di fare e di reagire a questa crisi che sembra non finire mai e che ha corroso risorse e patrimoni. Da tempo parla della necessità di un nuovo patto sociale che possa dare un futuro a giovani e famiglie. Secondo Malavasi, non c’è più tempo per le parole e per le promesse. Se i cittadini sono più forti della crisi, dice Malavasi, non lo è la classe dirigente. Il decreto sviluppo contiene elementi positivi, ma ‘si tratta di soluzioni tampone’.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet