Barilla sostenibile: meno acqua e emissioni di CO2


PARMA, 6 LUG. 2012 – Un’azienda sempre più attenta al benessere sociale e alla crescita attraverso la sostenibilità. Barilla, chiuso il 2011 con un fatturato di 3.916 milioni di euro ha riformulato 70 prodotti migliorando il profilo nutrizionale attraverso la riduzione di sale e grassi. E’ quanto emerge dall’ultima edizione de rapporto del gruppo sul business sostenibile, "Buono per te, sostenibile per il Pianeta". Sul fronte del rispetto dell’ambiente le emissioni di Co2 sono calate del 19% mentre il 96% delle confezioni è completamente riciclabile. Lo scorso anno, gli stabilimenti Barilla nel 2011 hanno consumato circa 2,5 milioni di metri cubi di acqua risparmiando 566.000 metri cubi di acqua rispetto al 2008, anno di inizio del rapporto. E nel 2011 le emissioni di Co2 da parte del gruppo sono calate del 19% (-21% rispetto al 2008 quando venne fissato un obiettivo al 2014 pari al 15%) mentre il 48% del grano duro è stato acquistato dall’impresa emiliana attraverso i Contratti di Coltivazione (+60% rispetto al valore 2008)."Il termine sostenibilità – ha osservato Paolo Barilla, vice presidente gruppo in una conference call – sta diventando per noi molto importante. Significa proiettare l’impresa in un tempo indefinito nel tempo: per fare questo bisogna fare le cose giuste. Sostenibilità – chiosa – vuol dire essere una azienda sempre più consapevole, disciplinata, rispettosa del benessere degli altri, anche di chi non è nostro cliente".

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet