Barilla inaugura a Pedrignano il mulino più grande del mondo


PARMA, 30 MAG. 2009 – Forse non è bianco, ma il mulino più famoso d’Italia rimane quello della Barilla. Oggi è stato inaugurato a Pedrignano, alle porte di Parma, il maxi-mulino che completa il polo integrato per la produzione di pasta più grande a livello internazionale. Nello stabilimento voluto da Pietro Barilla e inaugurato nel 1969 (il più grande pastificio del mondo) ora c’è un impianto capace di macinare 900 tonnellate di grano duro al giorno, 24 ore su 24, sette giorni su sette. La semola macinata in un giorno equivale a otto milioni di porzioni di pasta.Guido Paolo e Luca Barilla hanno aperto le porte alla città e alla gente, perché non c’è solo il nuovo maximulino: è iniziata infatti la piantumazione di 8.500 alberi che formeranno, con 130.000 mq di prato, un bosco intorno allo stabilimento Barilla, e due piste ciclabili lo collegano a Parma e a Sorbolo (2,5 km). "Abbiamo seguito la linea di sviluppo tracciata da nostro padre – ha detto Guido Barilla – pensiamo a un futuro di innovazione e di sostenibilità per il territorio dove Barilla ha le radici". Temi sottolineati anche da Paolo e Luca Barilla, che insieme all’amministratore delegato Massimo Potenza hanno annunciato le sfide del futuro.Il nastro inaugurale, dopo la benedizione del vescovo di Parma Enrico Solmi, lo hanno tagliato Elena Gabor e Sergio Ziveri, due dipendenti ‘speciali’ : Elena é nata in Romania nel 1969, mentre Sergio è stato assunto nel ’69, quando il pastificio di Pedrignano diventò operativo. Un flusso continuo di investimenti perché, come diceva Pietro Barilla, "tutto è fatto per il futuro". Il controllo della filiera per l’azienda è un fattore strategico: filiera corta e sostenibilità si uniscono, visto che il 25% del grano duro macinato arriva dall’Emilia-Romagna e alimenta le 19 linee del pastificio che nel 2006 hanno raggiunto il record produttivo (312.000 tonnellate di pasta). I primi tre mesi del 2009 hanno segnato un andamento positivo; un trend che nel 2008 ha portato il fatturato di Barilla Holding a 4,5 miliardi, in crescita del 6,8% sul 2007, con un margine operativo lordo stabile a 444 milioni. L’utile netto è salito da 73 a 78 milioni.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet