Barilla, accordo triennale con i fornitori


Sono 900mila le tonnellate di grano duro che il Gruppo Barilla si impegna ad acquistare nei prossimi tre anni dalla platea di 50 fornitori nazionale. Questo il cuore dell’accordo che l’azienda ha stipulato con le 5mila imprese agricole interessate dai nuovi contratti di coltivazione per le campagne agrarie fino al 2019.
L’intesa, siglata in Regione alla presenza dell’assessore all’Agricoltura, Simona Caselli, assicurerà la disponibilità e la qualità del grano duro, migliorerà il livello delle produzioni locali e ridurrà il ricorso all’import. La vera novità di quest’accordo è la durata triennale che garantirà tra l’altro alle imprese agricole l’accesso ai finanziamenti del MIPAAF per un importo pari a 10 milioni di euro.
L’accordo rappresenta inoltre uno step importante sul fronte dell’incremento dei volumi di grano duro sostenibile, che aumenterà del 40% nei prossimi tre anni.

“Barilla avrà la garanzia di un grano di qualità per la sua pasta; gli agricoltori avranno più redditività (e tranquillità) per il prossimo triennio. A tutto vantaggio del consumatore, che potrà contare su una pasta sempre più buona e sostenibile. Gli accordi infatti prevedono l’aumento (+40%) dei volumi di grano sostenibile, coltivato con un ridotto impatto ambientale”, scrive l’azienda in una nota.

Riproduzione riservata © 2018 viaEmilianet