Bandi per le imprese emiliano romagnole


Nuovo bando che prevede la concessione di contributo a fondo perduto fino a 100.000 euro alle start up innovative, al fine di sostenere le spese di avvio e dei primi investimenti. Possono essere beneficiari del contributo regionale, piccole imprese aventi sede produttiva in Emilia-Romagna, costituite successivamente al 1/1/2011. L’agevolazione consiste in un contributo in conto capitale del 60%. Oltre alla percentuale di contributo ordinaria è prevista una maggiorazione del 10% per un incremento di dipendenti assunti a tempo indeterminato. Possono accedere alle agevolazioni le imprese costituite successivamente al 1° gennaio 2011. Domande dal 1 ottobre 2014 al 31 marzo 2015. E ancora: per aiutare a promuovere internazionalmente le pmi regionali, scegliere progetti rappresentativi delle produzioni emiliano-romagnole e sostenere le aggregazioni di imprese turistiche dei tre bandi straordinari, curati dalla Regione Emilia-Romagna in previsione dell’appuntamento internazionale di Expo Milano 2015, in programma il prossimo anno proprio nella città meneghina tra il 1 maggio e il 31 ottobre. Spesa massima ammissibile da euro 20.000 a 80.000, contributo regionale dal 30% al 40%. Domande dal 15 settembre al 22 ottobre 2014. Infine, approvato il nuovo bando per il sostegno alle nuove imprese, in particolare femminili e/o giovanili con sede e/o unità locale operativa, destinataria dell’investimento, nel territorio della provincia di Ravenna. E’ prevista la concessione di contributi per favorire la creazione e lo sviluppo di nuove piccole e medie imprese, in particolare a conduzione o a prevalente partecipazione giovanile e femminile. Il contributo erogabile è pari al 50% dell’ammontare complessivo delle spese ammesse (al netto di IVA e di altre imposte e tasse), sino ad un massimo di 5.000 euro. Potranno comunque beneficiare del contributo solo gli investimenti il cui costo minimo (spese ammesse) sia pari o superiore a 5.000 euro.
Il contributo concesso non è cumulabile con altri contributi pubblici richiesti per le medesime tipologie di spesa. Domande dal 15 dicembre al 31 gennaio 2015.

Riproduzione riservata © 2016 viaEmilianet